Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Gravi irregolarità igieniche: sequestrato frutta e verdura. Giro di vite del comune foto

di Barbara Farnetani

GROSSETO – Niente più frutta in strada. L’amministrazione comunale, dietro mandato del Pm, ha posto i sigilli ad uno dei frutta e verdura di via Giusti. Il provvedimento è arrivato questa mattina, su ordine della Procura della Repubblica che ha disposto la chiusura del negozio a tempo indeterminato e il sequestro della merce.

Tra le motivazioni che hanno portato alla decisione, una serie di irregolarità igienico sanitarie estremamente gravi, oltre a varie multe non pagate per come veniva mantenuta la frutta e la verdura, e alcune ordinanze emesse dal comune e sistematicamente ignorate.

«Era arrivato il momento di mostrare i muscoli – afferma l’assessore al commercio e alle attività produttive del comune di Grosseto Emanuel Cerciello – la situazione era ormai divenuta insopportabile e intollerabile, sia nei riguardi degli altri eserecenti che si comportano regolarmente, che per i cittadini. Non era possibile, rispettando tutte le regole, vendere frutta e verdura a quel prezzo, più basso addirittura di quello che può permettersi la grande distribuzione. Questo perché non venivano attuate tutte quelle norme che garantiscono l’adeguato stato di conservazione della merce».

Il sequestro dell’attività è stato portato a termine questa mattina da dieci agenti della polizia municipale che hanno messo i sigilli all’attività. E il negozio di via Giusti potrebbe non essere l’unico nel mirino della Procura.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.