Quantcast

Task force antiviolenza, sindacato di polizia: Grosseto sia da modello per tutta Italia

Più informazioni su

GROSSETO – «La task force antiviolenza esiste già» a ricordarlo al nuovo governo è il segretario provinciale del Coisp, il sindacato di polizia, Marco Ciacci, che ricorda come nel resto d’Europa esista, a difesa delle vittime di violenza, una tutela molto più marcata che in Italia. «Ben prima delle “scoperte politiche” – prosegue Ciacci -, il problema di un coordinamento interforze tra Azienda sanitaria locale, Procura della Repubblica, Polizia di stato, Arma dei carabinieri, altre forze di polizia e servizi sociali, sia già stato affrontato, schematizzato e soprattutto messo in campo da professionisti altamente specializzati che lo migliorano continuamente, esperienza dopo esperienza. Ci sembra strano che il precedente ministro dell’interno non abbia passato “in consegna” all’attuale la propria conoscenza della task force antiviolenza che opera in Grosseto».

«Crediamo sia opportuno da parte nostra fare in modo che l’attività di questa task force venga presa seriamente in considerazione dalle autorità nazionali e che se veramente c’è la volontà di mettere in campo risorse e uomini per adeguarci alle direttive europee ed ancor prima di tutto, di dare il giusto sostegno a qualunque vittima, il ministero dell’interno debba avvalersi dell’esperienza di chi, già da tempo, opera in questo campo». A questo proposito Ciacci chiede che chi ha ideato la task force di Grosseto, e in particolare Vittoria Doretti, venga coinvolto nella realizzazione di una task force nazionale e nella creazione di un protocollo nazionale di intervento, presa in carico e sostegno delle vittime di ogni violenza.

Per info: www.coisp.it

Più informazioni su

Commenti