Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Spreco alimentare: in Maremma la Coop dona i prodotti danneggiati

GROSSETO – Spreco alimentare: l’argomento è più che mai di attualità. Secondo l’osservatorio Swg di Last Minute Market ogni italiano spreca in media 76 chili di alimenti l’anno. Il 25% della spesa domestica finisce nella spazzatura causando rifiuti, inquinamento, aumento dei prezzi e un sonoro schiaffo alla miseria. Lo spreco alimentare corrisponde allo 0,96% del Pil nazionale. Tutte cifre che si possono diminuire attraverso un’educazione più attenta ai consumi alimentari.

Unicoop Tirreno cerca di fare la sua parte evitando a monte le generazione di merci invendute e destinando in beneficienza tutti quei prodotti che per vari motivi (data di scadenza vicina, etichetta strappata, multipack aperti, confezione ammaccata) devono essere ritirati dalla vendita, ma che sono ancora buoni e commestibili.

La pratica si chiama Buon Fine e ad oggi è attiva in 63 punti vendita Unicoop Tirreno in Toscana, Lazio, Campania e Umbria di cui 16 in provincia di Grosseto. Il lavoro, regolato dalla legge 155 del 2003 (nota come Legge del Buon Samaritano), è il frutto della sottoscrizione di 47 protocolli d’intesa con associazioni Onlus di volontariato individuate nei singoli territori grazie alla collaborazione delle Sezioni Soci Coop.

Nel corso del 2012 Unicoop Tirreno ha evitato lo spreco di prodotti per un valore di un milione e 409.091 euro, pari a 109.031 kg e 394.381 pezzi. Ne hanno beneficiato direttamente, grazie alle Onlus, persone che non possono contare su un pasto quotidiano.

La pratica si estendendo sui territori e proprio in questi giorni la Cooperativa si è dotata di un manuale procedurale che regola la donazione e la consegna dei prodotti alle Onlus di volontariato. Si tratta di uno strumento di supporto a un progetto di grande solidarietà sociale che si rivela al tempo stesso una materia complessa. La normativa che regola la donazione, infatti, è molto complessa e richiede una serie di adempimenti e di attenzioni di natura legale, contabile, fiscale, etc. Il manuale descrive l’attività, indica le procedure per una corretta gestione nel rispetto delle disposizioni legislative ed evidenzia quali figure aziendali devono essere coinvolte e per quali aspetti.

Punti vendita Unicoop Tirreno in provincia di GROSSETO in cui è attivo il Buon Fine:

Grosseto Via Inghilterra, Via Emilia, Via Rovetta, (Via Ximenes). Orbetello; Porto Santo Stefano; Albinia; Grilli; Caldana; Roccastrada; Scansano; Ribolla; Montiri; Massa Marittima; Follonica-Via Chirici; Bagno di Gavorrano.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.