Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Due donne guideranno gli imprenditori di Grosseto: «Subito il confronto con enti locali»

di Daniele Reali

GROSSETO – È Michela Hublitz la nuova presidente di Rete Impresa Italia la super associazione che riunisce in un unico soggetto le quattro realtà di categoria di commercianti e artigiani. Già vicepresidente ci Confartigianato Michela Hublitz succede a Gabriele Fusini. Il ruolo di presidente di Rete Impresa Italia è affidato a rotazione ad uno dei rappresentanti delle quattro associazioni di categoria e il direttivo questa volta, e per la prima volta, ha scelto una donna (nella foto da sinistra Gloria Faragli e Michela Hublitz).

Una nomina, quella della Hublitz, che assume un valore particolare anche per la scelta della direzione di Rete Imprese Italia che è stata affidata a Gloria Faragli, direttrice di confesercenti.

Due donne dunque alla guida degli imprenditori grossetani. Due donna che hanno già le idee chiare sulle proposte da mettere sul tavolo delle istituzioni a partire proprio dalle prossime settimane. «Dobbiamo aprire una nuova fase di concertazione con gli enti locali, comuni e province, per trovare le soluzioni di rilancio della nostra economia» ha detto la Hublitz. Il manifesto nazionale di Rete Imprese Italia si fonda su quattro punti: riduzione del peso fiscale, semplificazione della burocrazia, accesso al credito e mercato del lavoro. Su questi punti la neo presidente di impegnerà anche a livello locale anche e sopratutto sul fronte del credito.

In programa tra le iniziative future anche il coinvolgimento di giovani e donne: in particolare saranno realizzati degli incontri nelle scuole per promuovere la cultura di impresa e far conoscere le realtà virtuose portate avanti dagli imprenditori maremmani anche agli studenti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.