Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La scienza scopre il Geoparco: sono 50 i siti di rilievo nelle Colline Metallifere

di Daniele Reali

MASSA MARITTIMA – Sono 50 i geositi presenti sul territorio del Parco delle Colline Metallifere e in tre anni saranno tutti censiti grazie al progetto realizzato in collaborazione con l’università di Siena e con il dipartimento di Scienze fisiche della terra e dell’ambiente.

Dopo il primo anno di ricerche e di studio sono stati ottenuti già importanti risultati, presentati stamattina a Massa Marittima nell’iniziativa pubblica “Un anno di Geoparco”.

«Tra i siti che abbiamo già censito durante il primo anno di lavoro – ha spiegato il professor Armando Costantini docente dell’ateneo senese – ce n’è uno di rilievo internazionale: si tratta del parco delle Biancane nel comune di Monterotondo Marittimo, un geosito unico nel suo genere e molto “raro” anche oltre i confini italiani».

Ma il lavoro dei ricercatori dell’università di Siena oltre alle Biancane ha censito anche altri siti considerati di rilievo nazionale: tra questi i Canaloni del fiume Farma, i Travertini di Massa Marittima, le cavità e le miniere di Poggio Mutti a Gerfalco nel comune di Montieri.

Con l’ingresso del Parco nella rete europea dell’Unesco si è intensificata nelle Colline Metallifere l’attività di valorizzazione dei siti di interesse geologico: un’azione che inizia proprio con lo studio e la conoscenza del territorio e delle sue emergenze. «Abbiamo coniato uno slogan – ha detto la direttrice del Parco Alessandra Casini – la “geologia per tutti” perché vogliamo che oltre al patrimonio culturale legato alle miniere nel geoparco si possano valorizzare anche i geositi».

Una missione quella portata avanti dal comitato di gestione che «servirà – come ha spiegato il presidente Luca Agresti – anche a consolidare il Parco per il futuro e poter rientrare nel quadro della riforma della legge 394 sui parchi nazionali che dovrà garantire anche il sostegno economico».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.