Quantcast

Calcio, Lega Pro: Salernitana-Gavorrano 2-1. Ora ai minerari serve un miracolo

SALERNO – Servirà un miracolo all’ultima giornata per evitare la retrocessione diretta. Il Gavorrano perde per 2-1 all’Arechi, contro la capolista Salernitana e si prepara a salutare la Lega Pro. Decisamente compromessa la situazione di classifica per i rossoblù, anche se la matematica tiene ancora in vita le speranze a 90 minuti dal termine. Nel primo tempo la Salernitana spinge subito sull’acceleratore nel tentativo di mettere a tacere tutte le polemiche della vigilia, compresa la denuncia effettuata dal calciatore Mounard per la presunta tentata combine. Il Gavorrano, in ogni caso, non si lascia intimidire, la squadra di Orrico tiene bene il campo e dimostra di voler vendere cara la pelle. Al 16′ Capua colpisce la traversa, mentre al 24′ tocca a Zampa centrare il palo della porta difesa da Addario. Sono i primi due segnali di allarme che conducono al gol del padroni di casa che si materializza al 30′, sugli sviluppi di un corner, con Luciani. Sotto di una rete, i minerari provano a reagire, è soprattutto Nocciolini a farsi vedere dalle parti di Iannarilli, Al 36′ però, la Salernitana raddoppia su calcio di rigore con Gustavo e mette in ghiaccio la partita.

Nella ripresa Orrico gioca la carta Carraro che, appena entrato, ricambia con il gol della speranza che dimezza lo svantaggio. Al 49′, infatti, l’attaccante rossoblù raccoglie una respinta corta di Giubilato e mette dentro il 2-1. La gara si fa ancor più interessante, la Salernitana vuole dimostrare che è partita vera, qualora ci fossero dubbi, e colpisce il terzo legno della gara al 57′, questa volta su punizione, ancora con Zampa che vede la sua conclusione respinta dalla traversa. Il Gavorrano però, ha un Carraro in più in questa ripresa e al 62′ sfiora il pareggio: l’attaccante supera Piva in velocità, serve a centro area Tognarelli che colpisce a botta sicura, impegnando  Iannarilli alla parata. Al 68′ Orrico si gioca il tutto per tutto e getta nella mischia anche Gurma, un altro attaccante. Il Gavorrano spinge e meriterebbe il pareggio: Gurma è pericoloso al 74′, poi Carraro calcia di poco a lato una punizione. Nel recupero i minerari ci provano ancora con la forza dell’orgoglio, ma Iannarilli dice di no, con un autentica parata miracolosa sul tentativo di Gurma. Una vera e propria disdetta per il Gavorrano che, in ogni caso, esce sconfitto dall’Arechi a testa alta.

Commenti