Quantcast

Vini di Maremma conquista Rai2 e vola in onda su Eat Parade

Più informazioni su

GROSSETO – La seconda edizione di Vini di Maremma, la guida narrativa alle eccellenze di qualità, domani, venerdì 3 maggio, a Eat Parade, la rubrica enogastronomica del Tg2 a cura di Bruno Gambacorta in onda alle 13,30 su Rai2, subito dopo il tigi.

La guida – di Lorenzo Carresi e Giuseppe Orfino con i ritratti fotografici di Marco Tisi, edito da Arca Edizioni – ormai è un punto di riferimento nella provincia di Grosseto per le produzioni di qualità; il suo successo, confermato dall’interesse da parte dei media nazionali di settori, risiede nel fatto che Vini di Maremma è la prima produzione totalmente libera del territorio, senza contributi economici da parte delle aziende selezionate.

Il libro racconta la raggiunta maturità dell’enologia maremmana, confermata dalla storia delle persone che, negli anni, hanno deciso di intraprendere la strada del fare vino. Dopo una rigorosa selezione delle etichette – cui hanno concorso enologi, sommelier e ristoratori indipendenti – gli autori hanno percorso la Maremma visitando le aziende, ascoltando direttamente i produttori di quei vini indicati come eccellenze e raccogliendo storie di una vivacità straordinaria.

Un approccio narrativo estremamente innovativo che, in 30 racconti, unisce la qualità del produttore al vino vero e proprio. Un viaggio tra castelli e vecchi poderi, incontrando i discendenti di Graham Green, gli esperti d’arte, vecchi e giovani agricoltori, biodinamici e sceneggiatori, chirurghi e imprenditori. Nelle pagine, la vera protagonista è la Maremma, una “terra promessa” a cui approdare, dove vivere bene e realizzare grandi prodotti.

Ogni racconto si apre con un ritratto fotografico del protagonista e si chiude con la scheda tecnica del vino e dell’azienda, con lo scopo di unire linguaggi differenti e narrare la storia nel modo più completo. Il risultato è una narrazione a più voci, un’antologia di short-stories originali, accomunate dalla passione per il vino ma rese uniche dalla varietà delle esperienze di vita e di visione del mondo che vi si intrecciano.

Più informazioni su

Commenti