Fiera del Madonnino, Breda: è stato un successo. Ecco i migliori allevamenti di Chianina foto

MADONNINO – Un’opportunità per aziende e acquirenti. Così Riccardo Breda, presidente di Grosseto Fiere, vede la Fiera del madonnino che si è chiusa ieri dopo quattro giorni in cui alla tradizionale esposizione di trattori e macchine agricole si è aggiunta anche la Mostra dediocata ai bovini di razza Chianina. «Le previsioni della vigilia che annunciavano un altro importante successo della grande fiera campionaria del Madonnino hanno trovato conferma ieri sera nel primo consuntivo “a caldo” a chiusura dei cancelli» affermano da GrossetoFiere.

«Non vi è dubbio che la Fiera del Madonnino rappresenti un’opportunità unica per tante aziende di raggiungere in un lasso di tempo limitato un vasto e variegato pubblico – precisa Riccardo Breda -, come indiscussa e attraente è la possibilità che viene offerta al consumatore di approfittare di prezzi vantaggiosi su un’offerta particolarmente ampia in diversi settori; ma tutto questo non rende marginale la necessità costante di rinnovamento della manifestazione e la creazione di nuovi contenuti che la possano rendere ogni anno più appetibile. Esempio è stato – prosegue Breda – l’iniziativa di quest’anno legata alla zootecnia che grazie alla collaborazione dell’associazione Nazionale Allevatori Bovini Italiani ha portato in Maremma un evento di caratura nazionale e che ha visto una larga partecipazione di pubblico; oppure i talk show legati al vino, olio e pecorino toscano. Grossetofiere – conclude Breda – proseguirà su questa strada con un progetto in cui vedrebbe con soddisfazione coinvolti anche enti ed associazioni del territorio che, unendo forze e conoscenze, potrebbero dar vita ad eventi capaci di creare valore per il territorio».

Ecco i premi principali assegnati al termine della 28° edizione della Mostra Nazionale dei Bovini di Razza Chianina che si è tenuta all’interno della 35° Fiera del Madonnino a Grosseto.

Per i campioni in mostra nella categoria Femmine Junior premio assoluto a “Bella” (padre Ulisse) dell’allevatore Luchetti Basilio e Claudio di Perugia; premio riserva a “Badessa” (padre Vanto) dell’allevatore Ferri Marini di Arezzo. Nella categoria Femmine Senior premio assoluto a “Sulla” (padre Moriero) allevamento Grigioni Juanito di Arezzo: premio riserva a “Sasha” (padre Lio Di Maria Bianca) allevamento Luchetti Basilio e Claudio di Perugia. Nella categoria Maschi Jiunior premio assoluto a “Benito” (padre Vittorio Di Pergo) allevamento Luchetti Basilio e Claudio di Perugia; premio riserva a “Bram” (padre Pascià Della Favorita) allevamento Ferri Marini Gino di Arezzo. Nella categoria Maschi Senior premio assoluto a “Zanzibar Di Polledraia” (padre Pascià Della Favorita) allevamento Pecci Lido di Siena; premio riserva a “Zack” (padre Urlo) allevamento Luchetti Basilio e Claudio di Perugia.

Per i premi riservati alle diverse categorie di allevatori e conduttori hanno ottenuto riconoscimenti per i gruppi di allevamento: 1) Mattia Cappello di Padova; 2) Fosco Mecherini di Livorno; 3) Basilio Luchetti e Claudio di Perugia. Per i conduttori Senior: 1) Lorenzo Ferri di Arezzo; 2) Diego Stiaccini di Pisa; 3) Mirco Mecherini di Livorno. Per i conduttori Junior: 1) Nicolò Speltrra di Livorno; 2) Francesco Gaffarani di Pisa; 3) Carmela Gerace di Arezzo. Il premio al miglior allevatore 2013 è andato a Gaetano Crucianelli di Roma; quello al miglior espositore 2013 a Basilio e Claudio Luchetti di Perugia.

Commenti