Quantcast

Calcio, Lega Pro: Gavorrano-Aprilia 2-1. Tre punti vitali per i minerari

di Lorenzo Falconi

GAVORRANO – Servivano i tre punti per coltivare la speranza salvezza e sono arrivati al termine di una gara sofferta. Il Gavorrano di Orrico, alla prima casalinga sulla panchina rossoblù, supera l’Aprilia e torna al successo con una prestazione di carattere. Adesso si prospetta un finale di stagione da giocare con il coltello tra i denti. Parte con i migliori intenti il Gavorrano che nei primi minuti cerca subito l’affondo. Al 2′ Della Latta, in versione attaccante, incrocia il tiro che lambisce la traversa. Al 6′, in mischia, i minerari colpiscono un palo dopo un’azione confusa sugli sviluppi di un corner. L’Aprilia reagisce all’11’ su calcio piazzato, Croce impegna Addario in angolo. Poi ancora Gavorrano in avanti, sempre con Della Latta che da due passi non trova il tempo per insaccare, mentre al 29′ un angolo di Lo Sicco trova pronto alla battuta, al volo da fuori area, Zane, ma la conclusione scivola di poco a lato. In compenso, al 35′, l’Aprilia pareggia il conto dei legni con una bella combinazione tra Calderini e Criaco, il destro a mezza altezza di quest’ultimo centra il palo pieno. La squadra di Orrico prova a scrollarsi di dosso a paura e replica con una buona giocata di Fiore, in grado di liberare Romiti che di testa non inquadra la porta. Anche il finale di frazione è di marca rossoblù, ma al 44′ Alderotti, in proiezione offensiva, conclude alto da buona posizione.

La ripresa vede un Gavorrano più deciso, la squadra di Orrico preme sull’acceleratore e Nocciolini sale in cattedra. Al 48′, l’attaccante dei minerari, prova la girata sotto misura, ma Di Vincenzo vola all’incrocio dei pali e devia. L’estremo difensore dei laziali capitola poco dopo: è ancora Nocciolini, al 50′, a far breccia sul lato sinistro della difesa avversaria, prima d’insaccare in diagonale. Il vantaggio è provvidenziale, ma al tempo stesso fa iniziare la sofferenza per la squadra di Orrico che prova a gestire il prezioso risultato. L’Aprilia alza il baricentro e tiene in apprensione i minerari. Così, al 73′ è Comini, subentrato dalla panchina, a scendere sulla corsia di sinistra e a battere in diagonale Addario. E’ un pareggio che non basta al Gavorrano, generoso nella reazione, perché al 75′ i rossoblù tornano in vantaggio: la conclusione di Nocciolini è deviata, irrompe Tognarelli che costringe De Vincenzo alla parata d’istinto, riprende Carraro e insacca per il 2-1. L’Aprila non ci sta e la gara diventa vibrante, al 79′ Ferri Marini mette i brividi al Gavorrano con un diagonale che sfiora il palo. Il finale è confuso e concitato, ma questa volta il successo non sfugge ai minerari.

Commenti