Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Bizzarri: le battaglie della Lav stanno diventando grottesche

SCARLINO – Esagerazione ed eccesso. Così il sindaco di Scarlino etichetta la battaglia di Giacomo Bottinelli, responsabile Lav in provincia di Grosseto «fantasiosi attacchi contro chi, a parer suo (opinione molto discutibile) maltratta gli animali» prosegue Maurizio Bizzarri. «E in questa categoria, ci rientra tanta gente… ce n’è per tutti i gusti! Ricordo alcune critiche e proposte stravaganti di questo ultimo anno a firma del signore della Lav: dalla proposta di avere un circo senza animali alla lotta senza quartiere verso ogni tipo di caccia, sfociata nelle recenti polemiche verso i cacciatori che parlavano ai bimbi nelle scuole (di habitat naturale, che nessuno conosce meglio di loro… non certo di fucili e cacciate); e si continua in ordine di tempo (la scorsa settimana) con la guerra contro il canile di Follonica, Gavorrano e Scarlino (quantomeno tardiva essendo in fase di conclusione), fino ad arrivare alla fantasmagorica critica al presepe di un povero parroco di Grosseto che aveva le galline in gabbia. Senza dimenticarsi di quella di ieri per gli animali presenti alla Fiera “Giardini di marzo” al Madonnino»

«Signor Bottinelli alcune volte le argomentazioni sono importanti – ricorda ancora il sindaco Bizzarri -, e ad arrivare al grottesco è un attimo. Sicuramente lei vivrebbe bene in India, con mucche sacre e maiali che pascolano per le strade, galline ed altri animali da cortile che vivono liberamente nelle abitazioni, insieme ai bimbi… Questo suo atteggiamento, a parere mio ovviamente, non si chiama tutela per gli animali ma tocca l’esagerazione e l’eccesso. Ovvio che sono necessarie attenzioni per gli animali, e esistono leggi specifiche per punire chi assume comportamenti indecorosi e scorretti, leggi e norme che io condivido pienamente, ma questo non offre il diritto di esagerare perché come dice un aforisma di Dumas figlio “tutte le generalizzazioni sono pericolose, perfino questa”».

«Le associazioni ambientaliste tra l’altro hanno un compito privilegiato, superiore, condivisibile al massimo e onorevole – prosegue Bizzarri -, che è quello di tutelare davvero gli animali da altri eccessi e soprusi: parlo degli allevamenti intensivi, della vivisezione. Il resto delle argomentazioni rischiano di diventare a loro volta eccesso esagerazione: fanno pensare ad una sorta di protagonismo che purtroppo va a svilire le battaglie vere, quelle importanti, quelle che fanno onore agli ambientalisti. Comunque il Comune di Scarlino ha in programma di organizzare nei prossimi mesi un convegno-dibattito invitando le associazioni ambientaliste (come Lav e Legambiente) e le associazioni di categoria legate alla caccia, oltre a tutti gli interessati – conclude il sindaco di Scarlino -, affinché ognuno possa argomentare le proprie tesi».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da ANTISPECISTI GROSSETO

    Parla di grottesco ma nel grottesco rischia di finirci Lei, Signor Sindaco a paragonare la battaglia contro lo sfruttamento degli animali nei circhi e la loro squallida esibizione nelle fiere dove si parla di fiori e invece si vendono agnelli da sgozzare a Pasqua. Si ricordi che Lei dovrebbe rappresentare tutta la popolazione e non solo quell’1% di quelli che praticano la caccia. Inoltre se ritiene che il canile a pochi metri dalla ferrovia e soggetto quindi all’inquinamento acustico, vada bene così, ci vada a vivere Lei.