Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La Maremma abbraccia la Corsica. Scambio culturale tra studenti medi

CASTIGLIONE DELLA PESCAIA – Una giornata per capire le differenze e le similitudini tra Toscana e Corsica. Protagonisti gli studenti della scuola media “Orsino Orsini” di Castiglione della Pescaia, della scuola elementare e media di Marina di Grosseto e quelli delle scuole materna ed elementare “José Balestrini” di Calenzana. Il progetto Panacus-TB finanziato dal bando “Al di là del Mare” del programma Italia/Francia Marittimo, portato avanti dal Comune di Castiglione della Pescaia in collaborazione con il Circolo Festambiente-Legambiente, l’associazione I Sbuleca Mare insieme alle scuole, ha lo scopo di conoscere e migliorare la conoscenza dei patrimoni naturali storici e culturali di Toscana e Corsica da parte dei giovani stessi attraverso la realizzazione di un percorso pedagogico comune e condiviso fatto di visite guidate, giochi e laboratori e un’intensa attività di scambio. Questo percorso permetterà do individuare e far comprendere ai ragazzi le connessioni, le affinità e i tratti comuni delle due regioni Mediterranee, relativi al patrimonio storico-culturale, alle tradizioni, alle economie locali, alla biodiversità e agli habitat naturali.

“Panacus-Tb nasce – afferma Elena Nappi, vicesindaco di Castiglione della Pescaia – dalla ricerca di un progetto orientato alla tutela dell’ambiente valorizzando la didattica nelle scuole dove dovrebbero trovare ampio spazio la comunicazione ambientale, l’educazione nei confronti della natura affinchè i nostri ragazzi possano essere a tutti gli effetti cittadini consapevoli delle proprie azioni in un contesto rispettoso della terra. Da qui l’approdo al programma Italia-Francia Marittimo, con un percorso di cooperazione territoriale che mira a migliorare l’interazione fra le aree transfrontaliere comprese nello spazio marittimo e costiero dell’arco dell’alto Tirreno in termini di accessibilità, di innovazione, di valorizzazione delle risorse naturali e culturali. Il programma viene finanziato dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale nel cui ambito il Comune di Castiglione della Pescaia ha vinto il bando “Al di là del mare” finanziato per un importo di 100 mila euro. Migliorare la conoscenza dei patrimoni naturali, storici e culturali di Toscana e Corsica consentirà di attivare uno scambio interculturale tra le classi del nostro Istituto Comprensivo e quelle corse partendo dal riconoscimento dei tratti comuni, dell’identità culturale e del patrimonio naturale delle due regioni”.

“L’importanza di questo progetto – spiega Romina Bicocchi, responsabile del progetto per Legambiente – sta soprattutto nel far scoprire ai ragazzi la storia e le peculiarità naturali del territorio, come la pineta litoranea, le Riserve Natura 2000, dando loro la possibilità di sviluppare una coscienza ambientale e una conoscenza delle zone in cui vivono, grazie a esperienze sul campo all’intero del percorso di formazione, affiancati dagli educatori ambientali e dagli insegnanti. Dare gli strumenti a bambini di età compresa tra i 5 e i 12 anni per potersi relazionare con studenti di un altro paese, è molto importante non solo per ampliare le loro conoscenze, unendo agli insegnamenti teorici quelli pratici, ma anche per farli diventare veri e propri cittadini consapevoli”.

Nell’arco della mattinata svoltasi alla scuola media “Orsino Orsini” di Castiglione, le scuole, ottantaquattro bambini in tutto, hanno lavorato insieme per spiegare il percorso didattico realizzato fin qua. Nel pomeriggio invece visita guidata al museo archeologico di Vetulonia. In totale per la scuola corsa 3 giorni di visite dei siti culturali, storici e naturali oggetto di studio del percorso progettuale. Altrettanto per gli studenti maremmani che il prossimo aprile andranno in Corsica per completare il percorso didattico. I risultati finali del progetto daranno vita a un piccolo manuale didattico che metterà in evidenza il lavoro svolto dagli studenti con l’aiuto degli educatori ambientali. Inoltre ne verrà fuori anche un gioco-bacheca, con calamite che riproducono le due regioni su tematiche natura, cultura e storia, e una mostra che documenterà le varie fasi del progetto con foto scattate nei luoghi visitati sia in Toscana che in Corsica.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.