Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Alluvione: nuovo bando per imprese e lavoratori artigiani

GROSSETO – L’Ebret, Ente Bilaterale dell’Artigianato Toscano, accoglie positivamente la richiesta della Provincia di Grosseto di riaprire il bando per interventi immediati a sostegno delle aziende e dei lavoratori artigiani colpiti dagli eventi alluvionali dello scorso novembre. La nuova scadenza, entro la quale sarà possibile presentare domanda, è il 30 aprile 2013.

A Palazzo Aldobrandeschi si è svolto l’incontro tra il presidente della Provincia, Leonardo Marras, il direttore dell’Ebret e i rappresentanti delle associazioni di categoria, delle organizzazioni sindacali e dei Comuni colpiti dall’alluvione, per garantire la massima diffusione della misura. La cifra complessiva stanziata dall’Ebret per aiutare imprese artigiane e lavoratori della Toscana che hanno subito danni per l’alluvione è 1 milione e 200mila euro.

Le aziende possono chiedere l’intervento per il ripristino del ciclo produttivo, che dà diritto ad un contributo del 35% dei costi sostenuti fino ad un massimo di 5.200 euro. I lavoratori possono ottenere l’indennità per sospensioni dovute a calamità naturali, con la corresponsione da parte dell’Ebret dell’80% della retribuzione per un massimo di 240 ore lavorative nell’anno solare.

“Siamo soddisfatti della riapertura di questo bando – commenta Leonardo Marras, presidente della Provincia di Grosseto – poiché si tratta di una risposta concreta alla richiesta, che avevamo avanzato come Provincia, di interventi immediati per sostenere imprese e lavoratori colpiti dall’alluvione, attraverso l’individuazione di un percorso spedito, più semplice e sburocratizzato. I rappresentanti dei Comuni, delle organizzazioni e associazioni di categoria si sono impegnati per la massima diffusione del bando, garantendo tutto il loro supporto a quanti decidono di cogliere questa opportunità, che può costituire un primo piccolo contributo concreto per gli artigiani.”

L’Ebret comunica che restano valide, per gli interventi di ripristino del ciclo le modifiche migliorative del regolamento deliberate il 19 dicembre 2012: la regolare contribuzione necessaria per l’accesso alla prestazione è ridotta da 24 a 18 mesi; il contributo Ebret è portato dal 30% al 35% dei costi sostenuti, fermo restando un importo massimo dell’intervento EBRET pari a 5.200 euro; non opera il limite alla presentazione di ulteriori richieste di contributo EBRET per i successivi 24 mesi.

Ricordiamo che per presentare domanda all’Ebret occorrono: domanda di intervento per prestazione di livello B2b (apertura procedura mod. 008/11), scheda aziendale mod. 001/11, perizia dei danni che hanno provocato la sospensione dell’attività o documentazione equipollente che comprovi l’evento, copia fatture riguardanti le spese sostenute per il ripristino del ciclo produttivo, copia modello F24 quietanzato, con pagamento EBNA relativo ai 2 mesi più recenti.

Per informazioni: EBRET – viale F.lli Rosselli 47 – 50144 Firenze – tel. 055 355719 www.ebret.itebret@ebret.it

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.