Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Rimozione delle discariche abusive. In 8 mesi sono costate quasi 100mila euro

Più informazioni su

di Lorenzo Falconi

GROSSETO – Le numerose foto attaccate alle pareti testimoniano il lavoro svolto negli ultimi 8 mesi. L’ufficio ambiente del Comune di Grosseto le ha scattate prima e dopo gli interventi, a dimostrazione di come, in alcune zone della città, si erano create vere e proprie emergenze rifiuti. La rimozione delle discariche abusive ha avuto costi disparati, 4.261 euro per la pulizia della passeggiata di Marina di Grosseto, 3.500 per le colonie, 2.606 per la bonifica della località Rugginosa, altri 1063 per la rimozione dei rifiuti pericolosi di via Cere. Tanti singoli interventi che messi insieme producono la somma di 49.384,49 euro, una cifra molto alta. «Purtroppo bisogna dire che i costi sono ancora più alti e si stimano intorno al doppio dei circa 50mila euro spesi – spiega l’assessore all’ambiente Giancarlo Tei (nella foto) -. Questo perché il rifiuto non ha solo un costo di ritiro, ma anche uno di trattamento e smaltimento».

Una situazione che porta via soldi dalle casse dell’amministrazione pubblica e ovviamente dalle tasche dei cittadini. «E’ opportuno precisare che chi ad esempio lascia un televisore o un materasso vicino ai cassonetti, incide sui costi di tutti, perché ci sono delle spese per effettuare il ritiro, il trattamento e, appunto, lo smaltimento del rifiuto – puntualizza Tei -. Oltre a questo aspetto c’è un danno ambientale e uno di immagine alla città. In realtà, telefonando al Coseca, il ritiro è gratuito». Al netto di certi gesti, quindi, c’è una problema di maleducazione e di inciviltà. «Stiamo mettendo in campo varie azioni – osserva l’assessore all’ambiente -. La repressione verso chi commette questi atti, ma anche un più attento monitoraggio del territorio, unito all’azione culturale che stiamo intraprendendo attraverso la scuola. A questo si aggiunge il dato delle segnalazioni che per noi diventano fondamentali per intervenire. Segnalazioni che arrivano dalla Polizia Municipale, attraverso gli organi di informazione e anche dal singolo cittadino». A tal proposito è possibile inviare le segnalazioni all’ufficio comunale dell’ambiente, attraverso e-mail all’indirizzo ambiente@comune.grosseto.it, oppure direttamente all’assessore, giancarlo.tei@comune.it

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.