Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

In Maremma il Parco diventa 2.0: ecco l’applicazione per scoprire piante e animali foto

di Daniele Reali

ALBERESE – Sarà come avere in tasca uno scienziato, un esperto di educazione ambientale a portata di telefonino. Nell’era hi-tech degli smartphone il Parco della Maremma lancia un’applicazione, per Android e i-Phone, per offrire una nuova opportunità di vivere e conoscere il suo territorio, gli ecosistemi e le specie che lo abitano.

L’applicazione, che può essere scaricata gratuitamente sul proprio telefonino, è stata realizzata grazie al progetto Corem che coinvolge Italia e Francia e che ha come obiettivo quella di “disseminare la biodiversità”. Progetta dalla QuetIt, questa nuova app si articola su due livelli: uno più divulgativo e l’altro destinato ai ricercatori scientifici (nell’immagine alcuni “scrrenshot” o schermate dell’applicazione).

Grazie ai contenuti e alle immagini che vengono scaricate sul telefonino, l’applicazione favorisce la conoscenza delle specie, animali e vegetali, del Parco: in modo interattivo infatti il visitatore può riconoscere che tipo di pianta si trova davanti e quale mammifero o uccello vede durante la sua escursione. Tutto questo senza l’ausilio diretto della rete perché l’applicazione è pensata proprio per lavorare anche “offline”.

Nella modalità avanzata invece l’app permette ai ricercatori registrati di inserire una serie di dati in tempo reale con informazioni che riguardano ad esempio la presenza di nuove specie e il verificarsi di alcuni fenomeni sul territorio del Parco.

«Questa applicazione è bellissima – ha detto la presidente del Parco Lucia Venturi – e realizza una nuova modalità per l’educazione ambientale. Grazie a questa novità che abbiamo voluto realizzare con i fondi europei messi a disposizione nell’ambito del progetto Corem, il visitatore del Parco non solo potrà ammirare la bellezza del paesaggio, ma potrà approfondire temi ambientali e rendere ancora più interessante in termini di conoscenza la sua visita».

L’applicazione, semplice da usare, prevede anche testi in inglese e francese ed è già disponibile sul “market” di Android, e arriverà a breve anche sull’Apple Store.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Ivana

    Buongiorno, notizia molto interessante! Sapete dirmi il nome dell’applicazione così da poterla scaricare? Grazie. Buona giornata

    1. Daniele Reali
      Scritto da giuncarico

      È sufficiente cercare “Parco della Maremma”