Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Come si “legge” un film: a Grosseto corso di critica cinematografica con Mario Sesti

GROSSETO – Come si “legge” un film e come lo si racconta è il tema del corso “Bella la fotografia, bravi gli interpreti!” che si articolerà in quattro incontri a cadenza settimanale a partire da venerdì 15 marzo (ore 15.00 – 19.00) al Museo di Storia Naturale di Grosseto.

Il corso di critica cinematografica è promosso da Fondazione Grosseto Cultura in collaborazione con Clorofilla film festival, Storie di cinema e Maremma Network e sarà tenuto da Mario Sesti, giornalista e critico cinematografico per Film Tv, Ciak, La Repubblica, oltre che direttore del festival di Taormina e curatore della sezione documentari del Festival di Roma.

Presentato con successo lo scorso anno al Teatro Valle Occupato, il ciclo di lezioni sarà costituito da proiezioni di sequenze e commento e gli incontri vedranno i partecipanti al lavoro per capire come si legge ciò che tutti conosciamo bene -il piacere dei film- e come si racconta in una recensione: il cinema come movimento del corpo -occhi, orecchie, pelle- e della mente che diventa scrittura. Gli incontri saranno forme di allenamento, esercizio e crescita di un’attitudine, quella degli spettatori, che nessuno ha mai avuto bisogno di imparare. I partecipanti non avranno bisogno di alcun titolo, condizione anagrafica o scolare per partecipare.

Per partecipare è necessario iscriversi entro il 12 marzo.

Costo dell’intero corso 20 euro – 15 euro per gli iscritti a Fondazione Grosseto Cultura e alle altre associazioni culturali del territorio

Per ulteriori informazioni: promozione@fondazionegrossetocultura.it

tel. 0564-453128 (ore 09.00 -12.00) cell. 339-1201079

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.