Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ginnastica e danza: entusiasmo per Giocagin

GROSSETO – Ha preso il via nella cornice del palazzetto dello sport di via Austria l’annuale edizione di Giocagin. L’iniziativa di ginnastica e  danza promossa a livello nazionale dalla Uisp è ospitata da 60 città d’Italia. Lo spettacolo offerto dalle associazioni di ginnastica artistica e ritmica ha entusiasmato il  pubblico presente. Applausi commossi e di incoraggiamento per le piccole interpreti che ancora non raggiungono i cinque anni di età ma si muovono con la grazia e la delicatezza di giovanissime farfalle. Non è mancato l’entusiasmo per la tecnica e la raffinatezza delle atlete più grandicelle, già adolescenti. Lo scrupolo con cui le associazioni hanno  preparato lo spettacolo ha fatto risaltare lo scopo del Giocagin: sensibilizzare il pubblico alla condizione dei bambini in aree del mondo meno fortunate. Nelle precedenti diciotto edizioni la kermesse ha raccolto 849.169,55 euro, a Grosseto ha contribuito con altri 1168 euro. E quest’anno i fondi raccolti nelle manifestazioni disseminate sul territorio nazionale aiuteranno a migliorare la condizione degli abitanti di Foundiougne in Senegal e di Gerusalemme Est e Ramallah in Palestina.

Per il raggiungimento di questi obiettivi hanno contribuito le associazioni Csn di Porto Ercole, Ginnastica Grifone di Grosseto, Club Argento di Albinia, Artistica Grosseto, Polisportiva Barbanella 1, Maria Cristina Aran per la danza orientale e l’atleta di Venturina, Vittorio Valvo, di 74 anni. La manifestazione si è svolta seguendo tre criteri di buone pratiche ecologiche: riduzione degli sprechi energetici, riuso dei materiali, riciclo dei prodotti. Per questi motivi  gli atleti, le associazioni e tutto il pubblico sono stati coinvolti nell’attivare buone pratiche ecologiche, sia durante la manifestazione sia  per proseguire questi comportamenti a casa nella vita quotidiana.

Il valore fortemente civico di questo messaggio è stato recepito e valorizzato dall’Acquedotto del Fiora e dal Coseca. L’Acquedotto del Fiora ha distribuito gratuitamente una serie di opuscoli,  preziose guide per il risparmio idrico in ogni momento della giornata e nel corso della festa ha reso disponibile per tutto il pubblico un erogatore di acqua corrente, al fine di diminuire l’uso delle bottiglie di plastica . Il Coseca ha pubblicizzato le modalità di raccolta differenziata e di riuso e riciclo con un testimone d’eccezione: Cosy. La mascotte aziendale amata dai bambini è un efficace testimonial di buona educazione ambientale. La presenza e gli interventi del presidente della Provincia, Leonardo Marras, e dell’assessore comunale all’ambiente, Giancarlo Tei, hanno testimoniato concretamente l‘interesse verso questi obiettivi da parte delle istituzioni locali.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.