Ucraina, Italia, Cina: le tre nazionalità finaliste del premio Scriabin

Più informazioni su

GROSSETO – Un Ucraino, un’italiana e un cinese. non è l’inizio di una barzelletta ma qualcosa di estremamente serio: la finale del premio internazionale Scriabin.  Domani, domenica 24 febbraio alle 17 al Teatro degli Industri la finale del 6° Festival internazionale pianistico intitolato ad Alexandr Scriabin, in corso in questi giorni a Grosseto e realizzato dall’associazione musicale Alexandr Scriabin con il sostegno del Comune di Grosseto e dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze. Dei tantissimi giovani concertisti provenienti da tutto il mondo, solo tre hanno superato le difficili semifinali di giovedì e venerdì scorsi: sono nell’ordine di esecuzione Kotys Vasyl, 28enne ucraino, Michelle Candotti, 16enne italiana, e Guang Chen, 18enne cinese, i tre giovani talenti del pianoforte che domenica si contenderanno il primo premio sotto l’occhio attento di una giuria internazionale presieduta dal maestro Antonio di Cristofano e composta da Dorian Leljak (Serbia), Georgi Mundrov (Bulgaria/Germania), Elena Nogaeva (Russia/Germania), Kevin Robert Orr (USA), Stefano Romani (Italia), Heejung Sim (Corea del Sud) e Katerina Zaitseva (Russia/USA). I tre si esibiranno in brani per pianoforte ed orchestra (ad accompagnarli infatti sarà l’Orchestra Città di Grosseto, e saranno diretti dal maestro islandese Mr. Emilsson). Kotys Vasyl si esibirà con il concerto K466 di Mozart, Michelle Candotti con l’opera 11 di Chopin e Guang Chen con l’opera 58 pianocorcerto di Beethoven.

Il Premio pianistico Scriabin è un progetto di grande rilievo per la città, che ogni anno accoglie a Grosseto giovani provenienti da tutto il mondo e ne premia la dedizione e lo studio del pianoforte. Quest’anno, per la prima volta, in finale è presente una musicista di nazionalità italiana, peraltro giovanissima: la sedicenne Michelle Candotti. Al vincitore del primo premio andrà una borsa di studio di 5000 euro, targa, diploma e concerti; al secondo premiato una borsa di studio di 2500 euro più targa e diploma; al terzo classificato una borsa di studio di 1000 euro con targa e diploma. Verranno poi assegnati un premio di 1000 euro per il premio speciale ‘miglior esecuzione di un brano di Scriabin’ e 500 euro per il premio speciale del pubblico. L’appuntamento finale di domenica sarà presentato dalla giornalista Rita Martini e ripreso dalle telecamere di Tv9 che lo trasmetterà sia sul canale digitale che sul web.

Chi volesse assistere potrà acquistare gli ultimi biglietti disponibili al botteghino del Teatro degli Industri in via Mazzini domenica 24 febbraio dalle 16. La manifestazione è realizzata in collaborazione con Fondazione Grosseto Cultura, Rotary Club di Grosseto, Lions Club Grosseto Host, Fondazione rotariana Berliri Zoppi, Istituto musicale comunale Giannetti, Orchestra sinfonica Città di Grosseto, e con il supporto di Grand Hotel Bastiani, Antoro, Checcacci strumenti musicali.

Più informazioni su

Commenti