Il turismo viaggia sul web 2.0: opportunità per gli operatori del settore attraverso corsi gratuiti

di Lorenzo Falconi

GROSSETO – Il turismo si adegua al processo tecnologico, nasce così “Ne.T: Network for Tourism, il web per sviluppare la competitività delle imprese turistiche della Maremma”. Il Coap, azienda speciale della Camera di Commercio di Grosseto, in partenariato con le agenzie formative Cdc, Cipa-At e Ts, organizza il corso di formazione gratuito rivolto a 300 operatori del settore. Il progetto è finanziato dalla Provincia di Grosseto e sostenuto da organizzazioni e istituzioni del territorio, come Camera di Commercio, Federalberghi, Confagricoltura, Cia, Associazione strada del vino dei sapori Monteregio, Terranostra, Confesercenti, Consorzio di tutela del Morellino di Scansano.

«Il web 2.0 è uno strumento di marketing che può sviluppare la competitività delle imprese – spiega Daniela Battafarano del Coap -, l’importanza della rete sta crescendo, diventando sempre più punto di riferimento per il consumatore. Allo stato attuale abbiamo raccolto 225 adesioni su 300 posti disponibili, un ottimo risultato che puntiamo a completare nei prossimi giorni». Gran parte della richiesta di partecipazione proviene da Grosseto e da Manciano, mentre la zona sud, con Orbetello e Monte Argentario, è forse quella che presenta maggiori criticità dal punto di vista delle adesioni. Il progetto prevede la realizzazione di un percorso formativo della durata totale di 27 ore in cui l’utilizzo del web sarà predominante nello sviluppo dell’aspetto marketing.

«Iniziative come questa ti fanno svolgere volentieri questo mestiere – osserva Gianfranco Chelini, assessore provinciale al turismo e allo sviluppo economico -, in questo contesto stiamo mettendo le imprese in condizioni di crescere. L’impegno è quello di dare un’opportunità concreta per la promozione del territorio, attraverso l’utilizzo consapevole dello strumento web, fondamentale per far conoscere il servizio, ma anche la qualità che la Maremma sa offrire. Oggi i social network come Facebook o Twitter hanno incidenza sul turismo e un territorio che vuole crescere si deve attrezzare. Basti pensare che più del 10% del Pil prodotto in Maremma si origina dal settore turistico, inoltre, quella dei corsi di formazione è un’opportunità doppia piuttosto rilevante, sia per gli imprenditori che per la crescita dei posti di lavoro».

Per maggiori informazioni sul progetto Ne.T è possibile contattare il Coap all’indirizzo www.coap.info inviando una mail all’indirizzo progettonet@coap.info o telefonando allo 0564-25941. I referenti del progetto sono Daniela Battafarano, Sara Polidori e Francesca Fusini.

Commenti