Quantcast
Cronaca

Tenta il suicidio e poi minaccia il 118 con una spada da Samurai

cc_coltelli_spade

FOLLONICA – Due katane, le spade dei Samurai, uno sfollagente telescopico, una baionetta per fucile d’assalto, due bastoni animati, ossia bastoni da passeggio con all’interno uno stiletto, e poi una serie infinita di coltelli. È l’armamentario sequestrato dai carabinieri ad un uomo di 45 anni, che ieri, dopo l’ennesimo tentativo andato a vuoto di rimettersi con la moglie, ha dato in escandescenze tagliandosi i polsi e brandendo una katana per impedire alla ex e ai sanitari del 118 di avvicinarsi o di entrare in casa.

L’uomo, straniero ma residente a Follonica, era ritornato dal suo paese d’origine con l’intento di ricucire il suo rapporto con la moglie. Al rifiuto da parte della donna ha dato in escandescenze minacciando la donna e recidendosi le vene dei polsi. Quando i sanitari del 118 hanno constatato l’impossibilità di entrare hanno avvertito i Carabinieri che si sono recati sul posto con due pattuglie. Usando le chiavi della donna hanno aperto la porta ma si sono visti costretti a strappare la catenella che tratteneva la porta; a quel punto, approfittando di una distrazione dell’uomo, lo hanno disarmato consentendo al 118 di intervenire.

Nella casa hanno trovato una collezione di armi bianche illegalmente detenute. L’uomo, che è stato ricoverato presso l’ospedale di Massa Marittima, è stato denunciato oltre che per minacce aggravate nei confronti della moglie e dei sanitari anche per la detenzione illegale di armi.

Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI