Circo sì, circo no: “Progetto Follonica” contro Bizzarri. «Ci impegneremo contro sfruttamento animali»

FOLLONICA – Arriva da Follonica la prima reazione alla disponibilità che il sindaco Maurizio Bizzarri ha offerto per ospitare circhi nel territrio del comune di Scarlino. Si tratta della neonata associaizone politica della città del Gofo “Progetto Follonica” che esprime una netta contrarietà alle parole del sindaco di Scarlino.

«Progetto Follonica – si legge nella nota dell’associaizone – non trova niente di educativo nello sfruttare animali strappandoli al loro habitat naturale, violentandoli e costringendoli a ritmi ed azioni non consoni alla loro natura. Bizzarri dice che a lui non piacciono gli eccessi degli animalisti. Progetto Follonica concorda con la necessità di trovare sempre un equilibrio nelle cose, ma ritiene che gli eccessi e gli estremismi li mettano in pratica coloro che violentano e sfruttano inutilmente animali senzienti. Infine, Bizzarri afferma che da piccolo non ha mai visto un circo senza animali. Progetto Follonica si chiede dove Bizzarri abbia vissuto fino ad oggi. Ci sono centinaia di artisti circensi che non sfruttano e violentano gli animali. Progetto Follonica associazione nata da poco tempo è ancora in una fase di organizzazione interna, ma si impegnerà con tutte le sue energie a stimolare l’Amministrazione Comunale di Follonica ad adottare quelle azioni politiche che impediscano ai circhi con animali di venire in città».

«Progetto Follonica – concludono sall’associazione – si augura che Bizzarri possa prima o poi percepire gli animali dei circhi non come strumenti per il divertimento degli umani ma come esseri senzienti con la loro sensibilità e la loro capacità di soffrire e provare dolore».

 

Commenti