Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

L’elicottero della Polizia veglia su Grosseto: controlli a tappeto in tutta la Maremma foto

di Barbara Farnetani

GROSSETO – Controlli a tappetto per prevenire reati di ogni tipo ma con una particolare attenzione a quelli di tipo predatorio contro il patrimonio, quali furti e scippi. È stata intensificata, nel periodo delle feste, l’attività degli uomini della Questura in tutta la provincia di Grosseto, anche grazie ad attività coordinate con le altre forze dell’ordine, quali Carabinieri, Guardia di finanza, Forestale, Polizia provinciale e Vigili urbani. I controlli della Polizia, si sono concentrati sulle principali vie d’accesso alla città, anche grazie alle pattuglie del reparto Prevenzione giunte da Firenze e Roma, ma anche nei centri commerciali e nel centro storico cittadino anche grazie al Poliziotto di quartiere.

Per consentire un controllo del territorio più accurato è stato predisposto l’impiego di unità cinofile e dell’elicottero della Polizia di stato, poi dirottati sull’Amiata dove sono in corso le ricerche di Alis Bartolomei, l’anziano di 84 anni scomparso da Seggiano nella notte di mercoledi 19 dicembre e tutt’ora disperso.

Specifici controlli da parte della Polizia Amministrativa sono poi stati effettuati contro la vendita di botti e fuochi pirotecnici illegali e potenzialmente pericolosi. Per tutti questi servizi è stata creata una apposita task force composta da personale delle Volanti, Polizia amministrativa, servizi investigativi e polizia locale anche sulla base dei divieti disposti dal sindaco di Grosseto Emilio Bonifazi, che ha deciso di vietare i petardi in centro per a notte di Capodanno.

Nell’ambito delle operazioni portate a termine e tutt’ora in corso, sono stati disposti anche controlli investigativi che hanno portato all’arresto, da parte della Squadra Mobile, di due uomini di 28 e 29 anni: si tratta di un Albanese che doveva scontare 3 anni e 2 mesi in carcere per spaccio e un Ucraino che doveva scontare un anno e 9 mesi per spaccio e detenzione illegale di una pistola.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.