Crisi: a Follonica distribuiti 2.476 pacchi alimentari, ad usufruirne più italiani che stranieri

FOLLONICA – Le famiglie italiane che nel 2012 hanno usufruito dei pacchi alimentari della San Vincenzo de Paoli, sono circa il 20% in più di quelle straniere. È uno dei dati che emerge dall’ultimo rapporto della Onlus che si occupa di volontariato e sostegno alle fasce della cittadinanza più deboli, un dato che dimostra come sempre più spesso siano proprio i cittadini italiani a subire la crisi. Dei 2.476 pacchi consegnati, ben 1.645 sono stati distribuiti alle famiglie italiane, mentre 831 sono stati consegnati agli stranieri.

Oltre 25 mila i chili di alimenti consegnati in questo ultimo anno, per un valore di 55.847 euro, quasi 22 chili venuti da volontariato o acquistati dalla San Vincenzo, mentre il resto è venuto dalla scorte che la onlus aveva a inizio anno e che sono servite a tamponare la situazione di emergenza del novembre scorso, quando c’è stata un’impennata di richieste. Tra le 235 famiglie aiutate ben 22 hanno dei bambini sino a 3 anni, e queste sono state destinatarie dei 445 pacchi infanzia. I pacchi, del valore di circa 22 euro l’uno, sono stati consegnati a cadenza quindicinale: 94 famiglie hanno ricevuto una media di tre pacchi per un valore totale di circa 62 euro, a 40 famiglie sono toccati 8 pacchi per 174 euro e infine a 101 famiglie 19 pacchi per un valore totale di 476 euro.

Commenti