Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Alluvione – Il sindaco di Orbetello chiede a Monti una deroga al patto di stabilità

Più informazioni su

ORBETELLO – 4 milioni di euro. È quanto stanziato dal comune di Orbetello per far fronte ai anni causati dall’alluvione, soldi che si trovano nelle casse del comune, ma che il patto di stabilità non permette di utilizzare. È per questo che il sindaco, Monica Paffetti, ha scritto una lettera, tra gli altri, al presidente del Consiglio. «Alle evidenti conseguenze dell’alluvione, che è un evento naturale certamente non voluto né previsto da nessuno, si aggiungeranno le ulteriori gravissime conseguenze a danno di questo Ente (e quindi dei suoi cittadini già così martoriati) da una normativa, quella sul patto di stabilità, che se è in linea generale necessaria, nel caso in cui avvengano disastri così grandi diventa un macigno che rischia di seppellire definitivamente un’Amministrazione piccola come il comune di Orbetello, che già prima dell’alluvione viveva al pari di tutte le Amministrazioni locali un momento di seria difficoltà finanziaria.»

«Questo comune con l’approvazione del conto del bilancio 2011 ha maturato un risultato di amministrazione, che discende dalla gestione finanziaria in conto competenza e in conto residui, che presenta un avanzo di € 8.722.739,05, di cui € 5.562.911,11 per fondi vincolati e finanziamento di spese in conto capitale ed € 3.159,827,94 quale parte residuale di fondi non vincolati. Risorse queste che potrebbero essere almeno in parte impiegate per riparare gli ingenti danni dell’alluvione e dare un concreto aiuto alle famiglie ed alle aziende danneggiate; ed in questa direzione si è già orientato il Consiglio Comunale, che ha stanziato una parte consistente di detto avanzo (circa 4 milioni) per tali finalità.»

Il sindaco Paffetti chiede dunque una deroga al patto di stabilità, al fine di non incorrere nelle sanzioni previste per chi sfora il patto. Deroghe che, ricorda Paffetti sono già state concesse «in occasione di analoghe calamità»

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.