Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Primarie, per Bersani «risultato non esaltante» a Grosseto. Pinzuti: «Peccato per i tentativi d’inquinamento»

GROSSETO – The day after. Il giorno dopo il “roboante” risultato delle primarie che ha visto la netta affermazione di Matteo Renzi in Toscana e a Grosseto, arriva il commento della segretaria provinciale del Partito Democratico, Barbara Pinzuti (nella foto insieme al segretario regionale Pd Andrea Manciulli), sostenitrice insieme a tanti altri dirigenti e amministratori di punta del partito di Pierluigi Bersani.

«Anche in Maremma c’è stata un’ampia partecipazione. I 18.500 votanti e l’ordine con cui si sono svolte le operazioni di voto alle primarie sono motivo di grande soddisfazione. Anche se, purtroppo, in alcuni casi la rilevante presenza di esponenti del Pdl ai seggi ha creato un po’ di nervosismo».

«Rispetto al risultato di Bersani – dice la Pinzuti -, a Grosseto le cose vanno un po’ meglio che nel resto della Toscana, dove ci si aspettava un’importante affermazione del sindaco di Firenze. Così come per l’effetto Vendola in Puglia, infatti, nella nostra regione il sindaco di Firenze ha attirato su di se molti consensi dimostrandosi capace di mobilitare l’elettorato. A Grosseto, tuttavia, per Bersani le cose vanno leggermente meglio che nel resto della regione, con un 38,5% a fronte del 35,5% toscano e un parallelo ridimensiona del dato di Renzi, che scende dal 52% della media regionale al 45,7% in provincia di Grosseto».

«Questo naturalmente non ci lascia soddisfatti, e pertanto nella settimana che ci separa dal turno di ballottaggio continueremo a lavorare per contribuire alla vittoria a livello nazionale del segretario nazionale, che è avanti di 9 punti percentuali. In questo quadro, esprimo un sincero rammarico rispetto alla massiccia partecipazione dell’elettorato del Pdl e di liste civiche i destra».

«L’incertezza sullo svolgimento delle loro primarie non dovrebbe giustificare la partecipazione alle nostre. Sarebbe davvero un bel segnale se chi in passato ha votato Pdl partecipassero alle nostre primarie nella consapevolezza dei disastri prodotti da Berlusconi, e con l’obiettivo di sostenere il nostro progetto alle politiche. Purtroppo, considerato quel che è successo ai seggi, è chiaro che i motivi della partecipazione sono di tutt’altra natura».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.