Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Primarie e polemiche, la commissione provinciale risponde ai Renziani: non roviniamo il clima

GROSSETO – Dopo le critiche lanciate dal comitato Follonica per Renzi sulla scelta dell’ubicazione di uno dei due seggi elettorali della città del Golfo, arriva la replica della commissione provinciale.

«La commissione delle primarie ringrazia anzitutto per la generosità consueta con cui Cgil, Arci e altre associazioni hanno messo a disposizione in modo gratuito le proprie sedi per i seggi delle primarie del Centro sinistra».

«A ispirarci nella scelta dell’ubicazione dei seggi in tutta la provincia sono stati infatti due criteri: la consuetudine e la gratuità. Nella fattispecie, a Follonica, in tutte le primarie che si sono svolte dal 2005, quelle di Prodi per intendersi, in poi, comprese quelle per la scelta del candidato sindaco del comune di Follonica, le sedi dei seggi sono sempre state le stesse. Cgil e casello idraulico, salvo un caso, per le primarie del solo Pd, quando, causa indisponibilità del locale del casello, il seggio fu trasferito in Comune, per poi tornare però nella sede tradizionale. Questo perché, essendo gli elettori da anni abituati a votare nella stessa sede, si cerca di favorire la partecipazione».

«Anche la gratuità non è un aspetto da sottovalutare; l’organizzazione delle primarie si è ispirata più che mai in questa edizione a caratteri di sobrietà e parsimonia, considerando la situazione di estrema difficoltà economica e sociale che attraversa il paese. A Follonica abbiamo seguito quindi gli stessi criteri che dalle altre parti».

«La polemica sollevata dal comitato Renzi, pertanto, è piuttosto effimera, perché la sede della Cgil ha sempre garantito un’ampia partecipazione, senza che si sia mai registrata una polemica rispetto alla partecipazione delle persone disabili. Anche perché i vari presidenti di seggio si sono sempre organizzati in maniera tale da consentire la più ampia accessibilità al voto».

«D’altra parte nel resto del territorio della provincia lo stesso comitato Renzi ha chiesto che alcuni seggi fossero individuati in locali provvisti di scale. Ci chiediamo quindi perché il comitato Renzi è attento ai temi della disabilità solo a Follonica, mentre per il resto della provincia non se ne preoccupa?»

«Infine permetteteci una considerazione. Poiché il nostro compito non è solo organizzare i seggi, ma anche garantire che le primarie si svolgano in clima collaborativo, invito i comitati a confrontarsi su idee e contenuti, lasciando perdere polemiche pretestuose. Ricordiamoci che le primarie non le facciamo per noi, ma per l’Italia».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.