Alluvione – L’autopsia conferma la morte per annegamento del giovane ripescato nel lago

CAPALBIO – Morte per annegamento. È quanto ha stabilito il medico legale che ha effettuato la ricognizione cadaverica sul corpo del rumeno trovato cadavere ieri pmeriggio nel Lago di Burano. Il medico legale ha stabilito anche che la data del decesso che dovrebbe risalire ad almeno 48 ore prima del ritrovamento e dunque compatibile con il momento in cui la zona è stata devastata dall’alluvione.

Per quanto riguarda poi l’identità del giovane, sono state confermate le prime voci che erano circolate dopo la morte, ossia che l’uomo sarebbe stato un operaio Rumeno di 35 anni che lavorava e viveva nella zona. Sulla vicenda sono comunque in corso le indagini dei carabinieri.

 

Commenti