Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Alluvione – Consorzio Bonifica al lavoro per ripristinare argini. L’impegno della Provincia

GROSSETO – Prosegue l’impegno della Provincia di Grosseto per fronteggiare l’emergenza alluvione: imponente la macchina che è stata messa in campo e che, da domenica, non ha mai smesso di funzionare. La sala operativa della Protezione Civile al quarto piano del Palazzo della Provincia in Piazza Martiri d’Istia, ha riposto e dato seguito a oltre 6.500 telefonate. Il personale della Provincia, impegnato 24 ore su 24, è impiegato per un totale di 55 unità nelle operazioni della sala operativa, 90 sono gli uomini a lavoro sul territorio, quattro le ditte esterne utilizzate.

Ma il caso più clamoroso è sicuramente Facebook: la pagina ufficiale della Provincia di Grosseto, sul social network più utilizzato al mondo, continua a registrare numeri da record ed è passata dai 1500 “fan” di domenica agli oltre 5mila di oggi. Di questi, quasi mille si connettono attraverso telefoni cellulari. Nella sola giornata di mercoledì 14 novembre, sono state oltre 200mila le persone che si sono collegate alla pagina: la media di visualizzazione degli 88 “post” – delle notizie, cioè, pubblicate dalla Provincia – sfonda la portata di 2mila persone; l’interazione tra utenti e pagina, nelle giornate tra lunedì e martedì, viaggiava a una media di una ogni dieci secondi. Le statistiche dimostrano anche quanto gli utenti si siano “fidelizzati” alla pagina della Provincia che, di fatto, è diventata la fonte d’informazione di riferimento costante per il territorio: sono quasi 15mila le persone che sono tornate a controllare gli aggiornamenti per più di 21 volte.

Picco impressionante di traffico anche sul web: il sito istituzionale della Provincia ha conteggiato oltre 65mila contatti nella sezione notizie mentre la pagina ufficiale su Twitter ha quintuplicato i suoi “followers” in appena tre giorni.

Intanto non si ferma il lavoro del Consorzio Bonifica Grossetana e del Consorzio Bonifica Osa Albegna, coordinati dalla Provincia di Grosseto, per affrontare l’emergenza alluvione. Il Consorzio Bonifica Grossetana ha attivato lavori in somma urgenza per il ripristino delle rotte arginali in destra e sinistra del Torrente Sovata in località Piatto Lavato nel Comune di Castiglione della Pescaia, con l’utilizzo di tre escavatori e tre camion. Tre escavatori e due camion sono attivi sul Canale Allacciante orientale a Fonteblanda, per ripristinare prima possibile la circolazione sulla Statale Aurelia, mentre è stata riparata la rotta sul Canale Occidentale. Tutte le idrovore stanno lavorando 24 ore su 24 e sono potenziate da idrovore mobili; il personale, fin dallo scorso lunedì, sta svolgendo doppi turni. Nelle prossime ore partiranno i lavori di ripristino delle arginature sul Fiume Bruna (nella foto la piena a Braccagni) alla Castellaccia, nel comune di Gavorrano. È previsto, non appena le condizioni del terreno lo consentiranno, l’attivazione dei lavori di sistemazione dei corsi d’acqua Rispescia, Pescina Statua, Maiano Grillese, Rigonsano, Granaione e Alborelli. È costante il monitoraggio per verificare i danni subiti da tutti i corsi d’acqua alle sponde ed ai rilevati arginali.

Il Consorzio Bonifica Osa Albegna ha messo in campo 2 pompe idrovere per asciugare cantine e garage ad Albinia. In Località Torre Saline è in finzione un totale di 5 idrovore. Sul torrente Magione, 5 escavatori e un camion stanno lavorando per la messa in sicurezza di alcuni tratti di rotte arginali. Sullo spaltone sinistro dell’Albegna, sono in funzione 6 escavatori e una pala meccanica per la messa in sicurezza ed il ripristino di numerose rotte arginali. Nel Comune di Capalbio, il Consorzio Bonifica Osa Albegna ha riattivato 3 pompe dell’idrovora di Burano Ponente e l’idrovora di Burano Levante.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.