Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Alluvione: cala il livello dell’Ombrone ma resta l’allerta meteo

Più informazioni su

GROSSETO – Graduale ritorno alla normalità nel territorio comunale di Grosseto dove il livello dell’Ombrone è sceso durante la notte pur mantenendosi ancora in uno stato di allerta. Il fiume è costantemente monitorato come gli affluenti che anche sono scesi di livello.

Situazione ancora difficile nelle frazioni di Rispescia e Alberese con i sottopassi allagati ma dove le idrovore stanno lavorando senza sosta per renderli fruibili e consentire il passaggio. Chiuse ancora la Strada delle Conce, del cimitero e del Maiano a Istia mentre i nostri operatori sono impegnati nei vari allagamenti concentrati soprattutto, oltre che nella zona di Istia, nelle frazioni di Marina, Alberese e Rispescia. Tornate praticamente percorribili le strade di Marina, mentre in città la situazione della viabilità risulta quasi normale. Riaperta inoltre la via Senese e anche la relativa linea ferroviaria.

I 43 studenti di fuori Grosseto ospitati questa notte nella palestra di via Portogallo e i 15 che si trovano all’aeroporto Baccarini verranno riaccompagnati verso un centro di accoglienza di Orbetello. Sono stati già contattati i genitori.

«La situazione è certamente migliore rispetto a ieri sera – ha commentato il Sindaco Bonifazi – ma non possiamo permetterci di abbassare la guardia, impegnati come siamo ad accompagnare con l’aiuto di tutte le forze di soccorso le persone che hanno comunque subito allagamenti e danni. Tutti i nostri uffici – ha proseguito – dalla Polizia Municipale alle Manutenzioni, sono impiegati sul territorio senza sosta e se, nelle ore immediatamente precedenti la fase critica, non ci fosse stato un forte vento il deflusso delle acque sarebbe stato ancora più rapido. Ringrazio – ha concluso Bonifazi – tutte le persone impegnate nei soccorsi e nel ripristino della normalità e i nostri dipendenti comunali che hanno dato e stanno dando il massimo in queste ore

».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Luca

    E c’è chi vorrebbe tagliare le province! Ma come farà la nuova amministrazione a gestire con l’unione di Grosseto con Siena 8500 chilometri quadrati, da Capalbio a Castellina in Chianti, se l’attuale provincia di Grosseto non è neanche riuscita a impedire questo scempio nella sola provincia grossetana a causa della pioggia?