Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ippica, Faenzi: «Per rilanciare il settore occorrono azioni concrete»

Più informazioni su

GROSSETO – “Sul rilancio del settore ippico soddisfacente l’attenzione, ma le intenzioni in essere ancora non danno risultati: le convenzioni con gli ippodromi sono scadute e si va avanti per proroghe, e taluni hanno cessato le attività; gli allevatori di cavalli, quei pochi che ancora riescono con grande sacrificio a lavorare nonostante la crisi, non riscuotono i premi dal maggio scorso; e benché i progetti proposti dal Governo dovrebbero portare un incremento, lo stesso settore delle scommesse legate all’ippica è in caduta libera, le entrate sono crollate del 70 per cento, togliendo un importante gettito al settore”.

Così l’onorevole Monica Faenzi nella sua replica al Ministro Catania, dopo la risposta del Governo nel question time in cui chiedeva lumi sull’immediato futuro per gli investimenti sul settore ippico, a seguito degli interventi degli ultimi anni, quali la trasformazione dell’UNIRE in ASSI, e la soppressione successiva di quest’ultima, con le competenze divise tra il Ministero e l’Agenzia delle Dogane.

“Il Ministro ha parlato di progetti ed investimenti, dimostrando l’attenzione del Governo alla situazione, ma il grido d’allarme di un settore che è attivo in Italia da settant’anni è ancora inascoltato”, conclude l’onorevole Faenzi.

“Se gli interventi richiesti, concertati con gli allevatori, e con le Associazioni nazionali degli operatori, non dovessero essere portati a compimento in tempi rapidi, si rischia davvero di creare una grave crisi sul settore, mettendo sul lastrico circa 50000 famiglie, e ponendo a repentaglio la vita stessi di molti esemplari equini.”

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.