Linux Day: anche a Grosseto il software libero si apre alla città foto

Più informazioni su

di Daniele Reali

GROSSETO – L’open source come nuova risorsa a disposizione della città. Anche a Grosseto oggi si celebra  il Linux Day, la giornata dedicata al software libero e alle applicazioni sviluppate sulla piattaforma del “pinguino”, simbolo della condivisione aperta di idee e tecnologia.

In Maremma l’appuntamento più importante, organizzato da Comune di Grosseto, dall’associazione GuruAtWork e da CNA, si è svolto nelle aule del Polo Universiterio Grossetano: tanti seminari su vari argomenti che hanno visto una massiccia partecipazione da parte degli studenti delle scuole della città. Ai lavori tematici hanno partecipato più di 700 persone per una iniziativa di successo salutata anche dalla presenza del vicesindaco di Grosseto Paolo Borghi e del prefetto Marco Valentini.

«Siamo soddisfatti per il successo che sta ottenendo l’iniziativa in termini di pubblico – hanno detto gli organizzatori – questa è una grande occasione di confronto tra l’amministrazione e gli studenti, i professionisti e il mondo delle imprese. Nell’incontro istituzionale abbiamo puntato il rapporto tra cittadini e pubblica ammnistrizone e tra questa e la sicurezza la trasparenza e anche la gestione corretta dei dati anche in ottica futura per una maggiore partrezione negli atti ammnistratori» (nella foto da sinistra Ludwig Bargagli, Marco Gasparri e Luca Ceccarelli dell’associazione GuruAtWork).

Tanti sono anche i progetti in cantieri «L’amministrazione ha effettuato un grandissimo lavoro sulla informatizzazione degli atti e sulla la trasparenza – ha detto Luca Ceccarelli assessore del comune di Grosseto e membro di GuruAtWork – e anche attraverso l’associazione GuruAtWork facciamo un continuo lavoro di alfabetizzazione sulle possibilità offerta dal software libero».

Questa del 2012 è la settima edizione del Linux Day che ha visto l’adesione di circa 130 città in tutta Italia. Un movimento quello legato al sistema operativo libero e a tutte le sue applicazioni che ogni anno cresce e conquista nuovi orizzonti soprattutto tra le giovani generazioni.

Più informazioni su

Commenti