Quantcast

La Tv che vogliamo. A Livorno incontro sul presente e sul futuro della televisione in Toscana

LIVORNO – La televisione oltre la crisi. Quale sarà il futuro e come è il presente delle tv locali in Toscana, due domande alle quale tenteranno di rispondere operatori del settore, giornalisti ed editori, rappresenti del mondo politico e della società civile della nostra regione nell’incontro “La Tv che vogliamo – Regole, diritti, contratti. Insieme per una tv di qualità” in programma venerdì prossimo, 26 ottobre, a Livonro. L’evento, organizzato dall’Associazione Stampa Toscana, sindacato unitario dei giornalisti, in collaborazione con TeleGranducato e ad altre realtà sarà ospitato nell’auditorium del Museo di Storia Naturale dalle 15 alle 19.

«È ormai sotto gli occhi di tutti: la crisi dell’emittenza televisiva locale in Toscana – si legge nella nota di presentazione dell’evento – ha ormai raggiunto proporzioni tali da richiedere un’attenzione specifica e interventi straordinari per farvi fronte. Siamo di fronte a una situazione che sta mettendo a repentaglio un intero settore produttivo, posti di lavoro che, complessivamente equivalgono a quelli di una grande azienda, nonché un eccellente patrimonio di competenze e professionalità. Senza dimenticare le conseguenze sul pluralismo dell’informazione e sulla possibilità dei cittadini di essere informati».

«Difendere il settore – si legge ancora –, è nostra convinzione, non significa difendere ciò che è stato in passato, ma puntare al rilancio di un’informazione televisiva fatta di qualità, rapporto con i territori, regole, contratti. E su questo intendiamo contribuire a costruire un cammino comune, con gli imprenditori che assicurano regole e contratti, con le istituzioni, con gli altri sindacati dell’emittenza televisiva, con i cittadini attenti al bene informazione».

Quella di Livonro «sarà l’occasione – dicono gli organizzatori – per rompere il silenzio su quanto sta succedendo e per avviare un cammino di confronto, riflessione, proposta». I lavori saranno trasmessi in diretta da Telegranducato e in streaming sul sito dell’Associazione stampa toscana. Per ulteriori informazioni: www.facebook.com/LaTvCheVogliamo

Questo è il programma della manifestazione:

La Televisione che vogliamo.
Regole, diritti, contratti. Insieme per una tv di qualità

Tavolo 1
ore 15.00 – Saluti
– Lettura messaggio del Vicepresidente del Senato Vannino Chiti
– Giorgio Kutufà , Presidente Provincia di Livorno
– Paolo Ciampi, Presidente Associazione Stampa Toscana
– Elisabetta Cosci, Consigliere Ordine Giornalisti Toscana
Tavolo 2
ore 15.18 – Cosa sta succedendo nelle altre regioni:
– Marco Gardenghi, Ass. Stampa Emilia Romagna
– Paolo Butturini, Ass.Stampa Romana
– Daniele Macheda, Ass.Stampa Romana
– Beatrice Curci, Ass.Stampa Romana
– Stefano Tallia, Ass. Stampa Subalpina
– Riccardo Verzè, Ass. Stampa Veneta
Tavolo 3
ore 16.00 – Che fare in Toscana – prime riflessioni:
– Rodolfo Di Paolo , ebook “Dal digitale al Far West”
– Alessandro Cosimi, sindaco Livorno. presidente Anci Toscana ore – Andrea Pannocchia , Università di Firenze
– Daniele Magrini, giornalista
– Luigi Bardelli, esecutivo Aeranti-Corallo
– Chiara Brilli, presidente commissione radio-tv dell’Ast
Tavolo 4
ore 16.45-18.15 – Interventi e testimonianze dal mondo delle tv (lavoratori, imprenditori, utenti) e delle istituzioni:
– Vittorio Bugli, capogruppo Pd al consiglio regionale
– Fabio Daddi, Granducato Tv
– Paolo Marini, Comm.emergenza occupazionale Regione Toscana
– Stefano D’Errico, Tv9
– Marta Gazzarri, capogruppo Idv al consiglio regionale
– Nicola Rossi o Stefano Ceccarelli, 50 Canale
– Daniele Papi, Altratv
– Antonio Gambetta Vianna, capogruppo Lega Nord Toscana
– Francesco Selvi, Rtv38
– Marina Staccioli, consigliere regionale gruppo misto
– Marco Migli
– Nicola Nascosti, consigliere regionale Pdl
Tavolo 5
ore 18.15 La parola al settore:
– Sandro Vannini, presidente Corecom Toscana
– Roberto Natale, presidente FNSI
ore 18.29: La parola al governo regionale:
Gianfranco Simoncini, ass. lavoro, attività produttive, formazione.
ore 18.38: Lettura documento “La Tv che vogliamo”

Commenti