Linux Day: sabato la settima edizione della rassegna dedicata al software libero

di Lorenzo Falconi

GROSSETO – L’evento è fissato per sabato 27 ottobre, per quella che è considerata la giornata del software libero. Lo svolgimento contemporaneo del Linux Day è previsto in circa 130 città italiane. Non fa eccezione Grosseto, dove l’evento, organizzato dal Comune di Grosseto, associazione GuruAtWork e CNA, vedrà il suo svolgimento presso il Polo Universitario di via Ginori. Le tematiche trattate riguarderanno in maniera più diffusa l’approfondimento sui dati digitali e sul rapporto tra cittadini, imprese e pubblica amministrazione, a cui si accompagna un ricco calendario di eventi formativi e corsi specifici di avvicinamento al mondo del software libero e degli applicativi più noti. «La diffusione del software libero e quindi gratuito è in forte ascesa – spiega l’assessore comunale all’innovazione Luca Ceccarelli -. Amministrazioni pubbliche e associazioni di categoria ne stanno facendo sempre più uso, per quella che può essere definita una “contaminazione”».

Al centro delle tematiche anche la piccola e media impresa: «l’innovazione delle imprese passa dall’informatica – dice Renzo Alessandri, direttore di CNA Grosseto -.Sperimentare l’innovazione rappresenta un salto di qualità a cui non possiamo rinunicare. Quella del software libero inoltre, è una grande opportunità per abbattere i costi e al tempo stesso padroneggiare le tecnologie necessaria allo sviluppo della singola impresa».

All’evento di sabato prossimo è atteso anche il record di presenze. Sono già circa 400 gli studenti delle scuole superiore che hanno confermato la loro adesione, a questi vanno aggiunti gli addetti ai lavori, gli esperti del settore, gli interessati alla manifestazione e i curiosi. «La giornata sarà particolarmente interessante per i più giovani, coloro che vengono definiti come “nativi digitali” – osserva Ludwig Bargagli, presidente dell’associazione GuruAtWork -. Inoltre il software libero oggi, ha un’importanza etica che non va sottovalutata».

Commenti