Terzo Polo: «Un passo indietro del Sindaco è un passo in avanti per Follonica»

FOLLONICA – Anche il Terzo Polo chiede di tornare al voto prima possibile. Dopo gli ultimi sviluppi sulla vicenda giudiziaria che vede coinvolti sindaco, un assessore e alcuni dipendenti comunali e dopo la richiesta di rinvio a giudizio, Psi, Api, Udc e Verdi chiedono le dimissioni di Eleonora Baldi.

«Sarebbe opportuno – dicono dal Terzo Polo – concentrare l’attenzione sulla città, sui suoi bisogni, sulle necessità delle famiglie e sulle criticità che stanno attraversando le attività artigianali e commerciali. Ma questo non è possibile perché l’amministrazione comunale, stravolta dai rinvii a giudizio, ormai non ha più la lucidità e la serenità per occuparsi dei bisogni dei cittadini».

Per il Terzo Polo l’amministrazione è «paralizzata» e per questo «un passo indietro del Sindaco è un passo in avanti per Follonica e per tutto il tessuto economico cittadino».

Tante i nodi ancora da sciogliere dopo tre anni di legislatura, secondo il Terzo Polo, ci sono: la questione sul futuro della Colonia Marina, la sicurezza in città, la vicenda ancora aperta sui villaggi turistici, l’ippodromo che rischia di essere «una cattedrale nel deserto».

«Per fare tutto questo – concludono – non servono soldi, ma solo capacità politica che questa amministrazione non ha dimostrato di avere. Per ora non ci rimane che accettare un’imposizione fiscale alle stelle e una tassa di soggiorno che è servita solo a fare cassa».

Commenti