Grosseto rende omaggio ad Alessandra Sensini

di Lorenzo Falconi

GROSSETO – La città di Grosseto celebra la sua campionessa. Alessandra Sensini è stata ricevuta dall’amministrazione comunale e insignita di una targa a forma di vela con la scritta “Grazie Ale! Grosseto e lo sport con te sulle vette più alte del mondo”. A consegnarla il sindaco Emilio Bonifazi che tra i vari ringraziamenti ha detto alla campionessa: «grazie per aver portato, da grossetana doc, un modello, un carattere, un esempio di qualità che parlano della Maremma». Anche il vicesindaco e assessore allo sport Paolo Borghi si è associato ai ringraziamenti guardando al futuro: «abbiamo ancora bisogno di lei, come atleta, ma anche come persona eccezionale». E’ il turno poi del presidente del consiglio comunale Paolo Lecci: «Alessandra è una testimonial eccezionale, faccio un applauso a lei e anche a babbo Dedo che la guarda dall’alto».

Quanto alla campionessa olimpica dall’interminabile palmares, tra titoli mondiali, europei e olimpici, nasconde nello sguardo la solita umiltà che contraddistingue i grandi dello sport e ringrazia a sua volta: «la città e il territorio mi sono stati sempre vicino – dice Alessandra Sensini -, nelle ultime due Olimpiadi poi, il rapporto è stato ancor più particolare, perché ho portato gli allenamenti in zona con uno staff tutto maremmano. Adesso continuerò a portare in giro il nome della Maremma, continuerò a impegnarmi in questo ruolo». Non è chiaro quindi, se Alessandra Sensini appenderà la tavola al chiodo o proseguirà per la strada di un’altra grande avventura: «programmare un altro quadriennio è difficile – spiega – adesso è il momento del riposo. E’ passato solo un mese dall’esperienza di Londra e per pensare a Rio de Janeiro ci sono tanti aspetti da considerare, è ancora presto».

Commenti