Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Pineta distrutta. Rossi in visita a Marina: «La Regione pronta a fare la sua parte» foto

di Daniele Reali

MARINA DI GROSSETO – La Regione sarà al fianco di comune e provincia per la ricostruzione della pineta di Marina di Grosseto. A annunciare il sostengo di Firenze il governatore Enrico Rossi che nel tardo pomeriggio di oggi insieme al sindaco di Grosseto Emilio Bonifazi e all’assessore provinciale Enzo Rossi ha visitato una delle zone più colpite dall’incendio che sabato scorso ha mandato in fumo 40 ettari di pineta.

Sul luogo del disastro, dove molte piante sono compromesse e il terreno è coperto dalla cenere il presidente Rossi ha confermato l’impegno della regione. «Siamo disposti a supportare gli enti locali sia con finanziamenti che con competenze e anche dal punto di vista legislativo».

Un’apertura totale quella di Rossi. «In Toscana quest’anno sono bruciati – ha detto il governatore – 2 mila ettari (non tutti di bosco, ndr) ed è nostra intenzione mettere a disposizione risorse per recuperarne 500 o 600 di bosco». Rossi ha parlato infatti di 50 milioni che la regione metterà sul piatto della ricostruzione e per venire incontro anche alle esigenze dei comuni colpiti sarà utilizzato un meccanismo per liberare risorse con la possibilità di uno “sforamento controllato” del patto di stabilità.

La ricostruzione sarà un processo però molto lento. Per il momento – come ha spiegato Umberto Fralassi, Direttore dell’unità Anticendi Boschivi della Provincia – si dovrà provvedere a mettere in sicurezza la pineta da alberi e rami pericolanti; poi si procederà con la “conta” dei pini ancora “sani” e soltanto in primavera si potranno piantare nuovi pini». Da quel momento poi ci vorranno cinque anni per la prima fase del uovo “impianto” e poi altri 15 durante i quali gli stessi impianti saranno controllati e monitorati. Soltanto trascorsi venti anni i nuovi impianti potranno essere autonomi. Un’operazione che soltanto per la seconda fase quella della piantumazione avrà un costo di 10 mila euro a ettaro.

Sulle iniziative di raccolta fondi o di eventuali donazioni il sindaco Bonifazi ha voluto lanciare il suo appello. «Tutte la manifestazioni di solidarietà sono ben accette, ma per quanto riguarda la donazione di piante, di pini, ancora è presto: fino a primavera le nuove piante non potranno essere messe a dimora».

Prima della visita all’interno della pineta il presidente Rossi ha incontrato anche il consigliere regionale del Pdl Alessandro Antichi che proprio oggi aveva lanciato l’idea di estendere alla pineta di Marina l’area del Parco della Maremma.

(per ingrandire cliccare sulle foto)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.