Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ordinary World presenta: “Bye Baby Suite”. La storia di Marilyn Monroe in scena in una camera d’albergo

Più informazioni su

ORBETELLO – All’interno di “Ordinary World-Andy Warhol, Pietro Psaier and the Factory artworks – Keith Haring, Paolo Buggiani and the Subway drawings” la mostra organizzata dalla Rete Museale della Provincia di Grosseto, arriva “Bye Baby Suite”, una performance teatrale originalissima e di grande impatto emotivo; a 50 anni dalla morte di una icona e simbolo ispiratore di molte opere di Andy Warhol. Nello spazio intimo di una stanza d’albergo, pochi spettatori spiano Marilyn Monroe nei vuoti della sua solitudine. Lo spettacolo – interpretato e diretto da Alessia Innocenti su un testo di Chiara Guarducci – è un monologo che racconta l’ultima notte della grande stella americana, consumata tra pillole alcool e ricordi di una vita tormentata. Un ritratto a nervi scoperti di un’artista abusata e mal compresa, di una donna alla deriva e delle sue ultime, tormentate ore.

Lo spettacolo si terrà sabato 25 agosto al San Biagio Relais, via Dante n. 40 a Orbetello e domenica 26 all’Argentario Golf Resort, via Acquedotto Leopoldino, Porto Ercole, con due spettacoli: alle 21 e alle 22:15. I posti sono limitati, è necessario prenotare i biglietti, del costo di 8 €, al numero: 0564.861111 per lo spettacolo di Orbetello, e allo 0564.811970- 0564.810681 per lo spettacolo al Monte Argentario.

Giovedì 23 agosto, invece, alle 21 e 30, al Museo Archeologico Polveriera Guzman è in programma l’evento “The Factory and the Pop shop. Business art, public art e i testimoni del proprio tempo”.

Sarà una serata ricca di sorprese, condotta da Maurizio Vanni, dove parola, musica, momenti teatrali e confronti psicologici proietteranno lo spettatore oltre le esteriorità di personaggi che hanno fatto la storia della società del loro tempo. Un racconto scenico in cui Maurizio Vanni intervista Andy Warhol per far emergere l’uomo oltre l’artista. Le emozioni, le passioni e le lucide follie di Warhol ed Haring, si incroceranno con speciali performance che porteranno il pubblico a conoscere molto da vicino Warhol. Un racconto nel racconto per mostrare la parte meno conosciuta dell’esistenza di persone sensibili, acute e vulnerabili. Si esibiranno Meme Lucarelli (music performer), Alessia Ferrari (voice performer), Ilaria Favalli (attrice), Cataldo Russo (attore) e l’artista Paolo Baggiani.

L’incontro è preceduto da una eccezionale performance: dalle 19 in poi, l’artista Paolo Buggiani cercherà il momento giusto della luce al tramonto per una sua straordinaria performance tra fuoco, acque della laguna e la propria scultura metallica “The metallic creature”, in uno straordinario spettacolo sulla laguna di levante.

L’iniziativa è organizzata dalla Rete museale della Provincia di Grosseto nell’ambito della mostra-evento “Ordinary World-Andy Warhol, Pietro Psaier and the Factory artworks – Keith Haring, Paolo Buggiani and the Subway drawings” . Le opere di Warhol sono ospitate nella Fortezza Spagnola di Porto Santo Stefano insieme ai reperti archeologici subacquei mentre a Orbetello i lavori di Haring e Buggiani sono allestiti all’interno della Polveriera Guzman, proprio al piano sottostante il Museo Archeologico. Le opere saranno visibili fino al 2 settembre 2012.

Paolo Buggiani insieme a Keith Haring, Richard Hambleton e Barbara Cruger e a pochi altri è tra i primi protagonisti del movimento della street art che si è sviluppato a New York dalla fine degli anni ’70 in poi. Buggiani, definito il “pattinatore volante” delle strade di New York, è uno dei maggiori esponenti di questa corrente artistica, profondamente legato a Keith Haring che gli ha dedicato uno dei suoi personaggi.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.