Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Maxi sequestro in spiaggia: via ombrelloni, lettini e giocattoli

MARINA DI GROSSETO – 391 ombrelloni, 237 tra lettini e sdraio e 175 giocattoli da mare sono stati sequestrati dalla Polizia Municipale nella notte tra venerdì 17 e sabato 18 agosto, durante un’operazione congiunta con i militari della Guardia Costiera nel tratto di spiaggia libera tra Marina di Grosseto e Principina.

Il blitz è scattato per contrastare il fenomeno dell’occupazione abusiva di suolo demaniale nell’orario notturno, reato per il quale è partita la denuncia contro ignoti. Come prevede la normativa infatti nelle ore serali e di notte non si possono lasciare incustoditi ombrelloni e sdraio o altri oggetti sulla spiaggia.

Si tratta infatti di «un abuso che provoca, di fatto, l’effettiva sottrazione di un bene pubblico a residenti e turisti – ha spiegato l’assessore alla Polizia Municipale di Grosseto, Arsenio Carosi – oltre che notevoli ostacoli per l’attività di regolare pulizia dell’arenile. Non ci può essere spazio per la maleducazione – ha concluso l’assessore – e la Polizia Municipale con la Guardia Costiera hanno ristabilito un principio di legalità».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Paola

    Invito a fare lo stesso sulla spiaggia dell’OSA, dove ho pagato il parcheggio e l’area “libera” sulla destra del Tirseno era invasa da due file di ombrelloni chiusi e lettini abbandonati e per ben due volte ho subito gli improperi degli occupanti, che, arrivati in spiaggia, erano contrariati per il fatto che mi ero seduta davanti alle loro suppellettili incustodite. Nella prima occasione sono stata aggredita fisicamente e verbalmente, nella seconda ho finto sordita’. Intollerabile e incivile. Senza contare che se andiamo in spiaggia libera siamo tutti uguali e l’esclusivita’ la lasciamo a chi puo’ permettersela.