Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Incendio a Marina di Grosseto: torna fruibile il Campeggio “Il Sole”. Sani: riforestare la pineta

MARINA DI GROSSETO – «Non sarà facile tornare alla normalità dopo quello che di terribile è successo nelle ultime 36 ore ma ci stiamo provando.» Ad affermarlo Paolo Borghi, vicesindaco del comune di Grosseto.

«Dopo aver messo in sicurezza tanti turisti anche per la prossima notte, possiamo annunciare che il campeggio “Il Sole” è finalmente tornato fruibile. I Vigili del Fuoco considerano venute meno le condizioni che avevano portato alla chiusura e allo sgombero. E questa è una bella notizia anche perché le fiamme oggi ci hanno risparmiato ma resta altissima l’attenzione anche nelle prossime ore e giorni che si annunciano comunque difficili. Ma siamo in tanti – conclude Borghi – e ben organizzati».

Il Comando della Polizia Municipale informa che, in via precauzionale, è stato predisposto il pernottamento, anche per questa notte, presso il Centro commerciale Aurelia Antica (nella foto le brandine all’entrata del centro commerciale). Questo grazie anche all’apporto del Savoia Cavalleria, che ha messo a disposizione questo pomeriggio 200 brandine, che vanno ad aggiungesi a quelle già presenti la notte scorsa. Intanto nel corso del pomeriggio gli ospiti del campeggio il Sole sono stati riaccompagnati nella struttura, con l’assistenza del personale della Polizia Municipale, per recuperare oggetti personali e di prima necessità.
E’ stata inoltre riaperta una parte della rete viaria che ieri era stata interdetta al traffico: si tratta della via Castiglionese nel tratto Cristo-quadrivio Trieste, ora percorribile con direzione obbligatoria Grosseto.

«Appiccando il fuoco nella pineta di Marina di Grosseto – sottolinea Luca Sani deputato del Pd – hanno deciso di colpire uno dei nostri beni collettivi più preziosi, ma non l’avranno vinta. Ora è i momento dell’impegno a bonificare le aree devastate dall’incendio e salvare il salvabile. Ma sin da subito bisogna pensare a riforestare la pineta e ricostituire l’habitat naturale. Sapremo riprenderci anche da questo brutto colpo. Intanto – conclude Sani – ringrazio di cuore quanti da stanotte stanno lavorando senza sosta per circoscrivere l’incendio».

Intanto nel pomeriggio una nota delle associazioni ambientaliste Italia Nostra, Legambiente, Lav, Maremma Viva, Sentinella della Maremma , Wwf, ha sottolineato la propria disponibilità per contribuire alla tutela e alla vigilanza della pineta di Marina di Grosseto, nonché al recupero degli animali in difficoltà. Le associazioni hanno rivolto anche un appello ai propri volontari e a tutti i cittadini per proteggere un ecosistema così importante e sensibile della nostra provincia che richiederebbe prevenzione, tutela e controllo adeguati, soprattutto nel periodo di maggiore impatto umano.

«Ricordiamo – si legge nella nota – che in altri paesi europei , nei periodi di caldo e siccità, aumentano i presidi e la prevenzione nei boschi, tutelati costantemente, e le case adiacenti sono dotate di mezzi infrangenti, strutture di controllo e comunicazione. E’ urgente un cambiamento nella consapevolezza del patrimonio collettivo e nella sua gestione.»

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.