Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Festa del Cacciatore, La LAV: «Bizzarri partecipe di una cultura di violenza»

GROSSETO – Ancora polemiche sulla festa del cacciatore di Scarlino. Questa volta a intervenire contro il sindaco Maurizio Bizzarri è la LAV di Grosseto. «E’ veramente allarmante  – osserva Giacomo Bottinelli, responsabile della LAV di Grosseto – che il sindaco di Scarlino, Maurizio Bizzarri, difenda la caccia come ‘eccellenza’ del nostro territorio, rispondendo alle naturali critiche di chi come noi inorridisce nel vedere bambini educati alla violenza, all’uso delle armi e all’uccisione di animali.

«Questo infatti fa il sindaco Bizzarri nel suo paese con la Festa del Cacciatore – aggiunge Bottinelli – e si difende dando degli estremisti a coloro che al contrario parlano di pace e rispetto.  La ‘minoranza di irriducibili’ contrari alla caccia è – in base ai sondaggi Ipsos- l’80% degli italiani. Solo l’1% della popolazione è composta di cacciatori. Una percentuale statisticamente sempre in calo ogni anno, anche in Maremma. Lo dice lo stesso Piano Faunistico Venatorio Provinciale appena varato».

«Il sindaco di Scarlino – conclude Bottinelli – ha proprio sbagliato mira e il suo delirio lo dimostra bene. Dispiace veramente osservare come ancora al giorno d’oggi personaggi legati a culture arcaiche della violenza finiscano per fare gli amministratori pubblici».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.