Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Fuochi di artificio con beffa: s’incendia un cavo, spettacolo slittato

Più informazioni su

di Lorenzo Falconi

MARINA DI GROSSETO – Un fuori programma inatteso che però ha guastato il tradizionale spettacolo dei fuochi di artificio di San Rocco (nella foto un momento dell’evento). Come consuetudine, nella serata del 16 agosto, molte persone avevano preso posizione in spiaggia per assistere all’evento pirotecnico. Nella frazione balneare, infatti, si registrava il tanto atteso tutto esaurito, ancora di salvataggio più che gradita dalle attività commerciali di Marina di Grosseto, invischiate in una stagione al di sotto delle aspettative, causa crisi economica. Lo spettacolo però, non è stato all’altezza dei presupposti e delle precedenti edizioni. I fuochi artificiali, sparati dal molo e dalle postazioni in acqua, si sono rivelati un mezzo flop. Lo spettacolo è iniziato alle 23:40, ma dopo appena dieci minuti, tra l’incredulità di chi stava con il naso all’insù a guardare il cielo illuminato, si è interrotto. Dopo qualche minuto di attesa e qualche legittimo malumore, molte persone hanno abbandonato la spiaggia piuttosto rassegnate, mentre si insinuava il sospetto di un inconveniente tecnico. Non mancava l’ironia più sarcastica tra gli spettatori: «quest’anno la crisi economica ha colpito anche i fuochi artificiali».

A sorpresa però, mentre sull’arenile non c’era quasi più nessuno, i fuochi d’artificio sono ripresi, intorno alla mezzanotte, per altri 15 minuti di spettacolo, nel cielo di Marina di Grosseto, finalmente all’altezza. A quel punto però, l’evento era ormai compromesso. All’origine dell’interruzione un problema tecnico che si è sviluppato nella postazione da dove partivano i fuochi artificiali, da un cavo, infatti, si stavano sprigionando delle fiamme. Niente di particolarmente preoccupante, hanno precisato le forze dell’ordine, ma in ogni caso l’inconveniente è stato sufficiente per bloccare lo spettacolo pirotecnico. Il piccolo principio di incendio è stato subito arrestato, ma una volta bloccato, c’è voluto del tempo per la messa in sicurezza della zona e per avviare nuovamente la procedura relativa allo sparo dei fuochi di artificio.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da franco

    Ero presente, come a tutte le precedenti edizioni, ma devo riconoscere che il giornalista e chi mi ha preceduto hanno pienamente ragione.
    Franco

  2. Scritto da grazia

    Anch’io ero presente all’evento e posso dire che brutti come quest’anno non sono mai stati. … Comunque li perdoniamo ed appuntamento al prossimo anno.

  3. Lorenzo Falconi
    Scritto da Lorenzo

    In qualità di autore dell’articolo, preciso che ero presente all’evento, quindi riportare l’accaduto è stato piuttosto semplice, senza sforzi di fantasia o di esagerazione. I tempi sono riportati anche nel pezzo, 23:40 inizio fuochi, 23:50 interruzione, 00:02 ripresa degli stessi. In 12 minuti molta gente ha abbandonato la spiaggia, che piaccia o no. Alcuni sono tornati sui loro passi per assistere al “secondo tempo”, altri no, erano già andati via. Sul principio di incendio, come riportato nell’articolo, c’è il «niente di particolarmente preoccupante» delle forze dell’ordine, contattate dal sottoscritto per dovere di cronaca. Quindi, anche in questo caso, nessuna esagerazione.

  4. Scritto da Silvia

    Mi sembra un po’ esagerato questo articolo. Il principio di incendio erano fiamme che illuminavano il porto!! C’erano ancora molte persone a vedere i fuochi. Nom credo che nessuno se ne sia andato. E’ bastato aspettare dieci minuti. E per chi se n’è andato, veleno!