Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La musica apre Festambiente con un concerto all’alba. E la sera arrivano gli Afterhours

RISPESCIA – Gli Afterhours saranno uno degli appuntamenti clou della giornata di domani, Giovedi 16 agosto, di Festambiente. Ma la giornata sarà come sempre estremamente intensa. Si inizia alle ore 6,30: appuntamento a San Bruzio, a Magliano in Toscana, con il Maestro Filippo G. Binaghi, pianista e compositore, artefice di suggestive performances.
Wild Piano è un progetto musicale che vuole stravolgere la canonica ubicazione di un concerto pianistico, sfidare la natura e allo stesso tempo inserirsi in essa. 

Un’esperienza unica in un’area suggestiva.

ore 11,00 Area Abitare Sostenibile
Conferenza stampa di presentazione della Casa ecologica – Progetto Abitare Mediterraneo. Coordina: Angelo Gentili Segreteria Nazionale Legambiente. Partecipano: Salvatore Allocca Assessore al Welfare Regione Toscana, Giancarlo Tei Assessore all’Ambiente Comune di Grosseto, Alessandro Panichi Responsabile Tecnico Progetto Abitare Mediterraneo, Marco Sabatini Assessore all’Energia Provincia di Grosseto, le aziende partner del progetto.

Ore 17.30 Sala Maremma (1° piano) Olio Officina Food Festival e Festambiente. Un partenariato per valorizzare le produzioni olivicole di qualità. Partecipano: Angelo Gentili Segreteria Nazionale Legambiente, Luigi Caricato Olio Officina, Giuseppe Capano Chef esperto in cucina vegetariana.

ore 18,00 Sala Maremma (1° piano)
Presentazione del libro Olio a crudo olio a caldo. Partecipano gli autori Luigi Caricato e Giuseppe Capano. A seguire una degustazione guidata di una selezione di oli extravergine di oliva della Maremma.

dalle ore 18,00 alle 20,00 Area abitare sostenibile “Orto che passione. Parte prima” Laboratorio per imparare a realizzare orticelli avendo a disposizione semplici materiali da riciclare. A cura diEcomuseo “Terra Felix”.

ore 18,30 Spazio Incontri
Presentazione del Rapporto Profughi Ambientali 2012 a cura del Dipartimento InterNazionale di Legambiente. Partecipano: Maurizio Gubbiotti Responsabile Dipartimento InterNazionale di Legambiente, Angelo Gentili Segreteria Nazionale Legambiente, un rappresentante della Campagna l’Italia sono Anch’io.

ore 19,30 Spazio Incontri
Il pianeta in corto circuito? Cambiamenti climatici, adattamento e resilienza in collaborazione con Kyoto Club – progetto CRES. Coordina il giornalista Fabio Cortese. Partecipano: Maurzio Gubbiotti Responsabile Dipartimento Internazionale Legambiente, Sergio Andreis Direttore Kyoto Club, Anna Donati Assessore alla Mobilità Comune di Napoli,  Monica Frassoni Presidente European Alliance to Save Energy, Gianni Mattioli Università La Sapienza, Marco Sabatini Assessore all’Energia Provincia di Grosseto, Giancarlo Tei  Assessore all’Ambiente Comune di Grosseto.

Ancora una volta la serata degli spettacoli è aperta dal Clorofilla Film Festival  che alle ore 21,00 lascia spazio a Tahrir Liberation Square (90’) di Stefano Savona – Cairo, febbraio 2011. Tahrir è un film scritto con i volti, con le mani, con le voci di chi stava in piazza

Ore 21,15 Area abitare sostenibile “Costruire e ristrutturare in legno in Toscana. Esempi, buone pratiche e opportunità” Interviene Fabio Tognetti, Centro nazionale per le rinnovabili di Legambiente, Alessandro Panichi, esperto di edilizia in legno

Ore 21,30 Città dei Bambini TeatrAmbiente: “Io, diversa”, Piccoli Principi.
Spettacolo teatrale che affronta gli importanti temi dell’identità, la diversità, l’appartenenza, l’integrazione e la cittadinanza in modo singolare. 

Sulla scena Véronique Nah si racconta, svelando con leggerezza ed umorismo la complessità della comunicazione umana spesso intrisa di equivoci, stereotipi e distorsioni della realtà.

Alle ore 22,30 AFTERHOURS con “Summer Tour 2012”
Il loro rock contaminato si fonde in un’energia fenomenale che li ha resi un esempio per generazioni di giovani musicisti. Il nuovo album “Padania” segna una  forte, istintiva protesta contro un mondo disumanizzato, caduto nel panico economico e politico. Una rappresentazione cinica e rassegnata del nostro paese eseguita in segno di protesta. Forte la loro indipendenza artistica testimoniata anche dall’ultimo album auto-prodotto,  dove l’istinto creativo ha fatto da unica guida.

E inoltre numerose mostre allestite all’interno degli spazi di Festambiente come quella riservata a DonnaAmbiente dove oggi viene proiettato il video che accompagna l’omonima mostra che racconta delle donne che si sono distinte per la cura e la salvaguardia dell’ambiente: da Vandana Shiva a Laura Conti. A cura di Legambiente Silaris Eboli.

Biglietti per il festival 8 euro prima delle 20 e 12 euro dopo le 20. Gli abbonamenti invece: 20 euro per 3 serate e 30 euro per 5 serate.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.