Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

A Travale, il Teatro del Corvo protagonista di Nuove Figure

Più informazioni su

TRAVALE – Burattini e pupazzi faranno da padroni a Travale, frazione di Montieri, in uno spettacolo accompagnato dalla musica messo in scenda dalla compagnia del Teatro del Corvo in arrivo da Milano. “Macedonia”, è questo il titolo dell’evento che dà appuntamento a bambini, mamme e papà lunedì 13 agosto alle 21.15 nel giardino pubblico nell’ambito del festival internazionale di figura, di strada e per ragazzi organizzato per il settimo anno consecutivo dall’associazione Mosaicoarte di Boccheggiano. Gli artisti incanteranno il giovane pubblico con decine di personaggi: dalle farfalle ai mostri fino a vecchiette, rane, tigri, papere e bambini. Una vera e propria Macedonia fatta di colori e suoni, risate e divertimento. Tutte scene brevi, di dieci minuti ciascuna, che vedranno alternarsi elasticamente sul palco pupazzi e burattini sempre nuovi. Gli episodi sono collegati tra loro dagli stessi burattinai che escono a presentare la scena successiva, a volte parlando, ma più spesso usando scritte, gesti o suoni. E “Macedonia” è in grado di adattarsi a seconda dell’età del pubblico.

Nel dettaglio: tra le tante scene ci sarà un esilarante duetto tra papere, una danza con Pulcinella, animali di ogni tipo, un coro gospel, un buffo omino alle prese con una rosa gigante. Oltre a pezzi a sfondo musicale, non mancano scene di dialogo e azione, come ad esempio “Il Bestio della palude” che vede una bambina alle prese con il perfido e vorace Bestio, un animale dalla battuta pronta a cui “piace” molto il pubblico. Un altro pezzo che scatena l’ilarità, soprattutto dei bambini, è “Prot”, una breve, trasgressiva favola tratta da un racconto popolare nordamericano. E così via… fino alla fine dello spettacolo. La sua struttura a scene brevi lo rende ideale come spettacolo da strada o in situazioni dove il pubblico non è fisso (mercatini, fiere, feste) in quanto si può spezzare in molte parti, con intervalli, oppure si può ripetere più volte la stessa sequenza di scene. E’ stato molto apprezzato nelle scuole materne per il suo linguaggio immediato, la fantasia dei soggetti e l’impatto visivo, e ha partecipato a numerosi festival in Italia e all’estero.

 

 

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.