Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Un “Giardino sonoro” per il Grey Cat con la scultura musicale creata da Gerardo Zei

Più informazioni su

FOLLONICA – La stretta collaborazione tra l’associazione follonichese Pmbquadro e la rassegna jazz Grey Cat, continua ad offrire un’alchimia perfetta tra diverse forme d’arte. Il 12 agosto al teatro delle Ferriere di Follonica a far da cornice allo spettacolo di Tania Maria ci sarà il Giardino Sonoro di Gerardo Zei: una scultura musicale capace di stimolare i sensi del tatto, della vista e dell’udito, creata attraverso l’assemblaggio di pezzi metallici. Zei, fiorentino, è “figlio d’arte”, nella sua vita infatti la musica jazz, ascoltata sia a casa che nel locale dei genitori il Jazz Club di Firenze, ha rappresentato e rappresenta un aspetto fondamentale, che si ritrova poi nelle sue opere. Nella memoria dell’artista emergono quei suoni e quei brani dei grandi jazzisti che ha conosciuto. Per mezzo di una sintesi formale, Zei riesce con pochi tocchi di pigmento e due cromie a far risaltare le espressioni o l’intensità dell’attimo. Giardino Sonoro racchiude in sé quei ricordi e quelle note tanto amate: l’associazione follonichese Pmbquadro, formata da quattro giovani appassionati d’arte, anche questa volta non deluderà le aspettative del pubblico del Grey Cat.

Gerardo Zei nasce nel 1978 a Firenze. Nel 2004 espone a Londra, e poi si trasferisce a Milano. Nel febbraio 2008 inaugura “Jazz wall” a Firenze. A marzo presenta le personali “Be jazz” a Livorno e “Cherry jazz” a Firenze. Nel marzo 2009 inaugura la mostra itinerante “Glue jazz” a Ivrea in occasione del Festival internazionale del jazz. Nell’agosto 2009 espone la personale “Blue bay Jazz” allo stabilimento balneare di Follonica Baia Mia. Durante il mese di marzo 2010 espone in Germania una personale a Jade.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.