Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Muore a 17 anni fuori dalla discoteca: in corso l’autopsia. Il cordoglio del sindaco Bizzarri

Più informazioni su

PUNTONE – Si chiamava Leonardo Barbagli il ragazzo di 17 anni, di Arezzo, deceduto la scorsa notte mentre stava uscendo dalla discoteca Tartana, al Puntone di Scarlino. Erano le 3 di notte e il giovane, che si trovava da pochi giorni in vacanza a Castiglione della Pescaia con due amici appena maggiorenni, era da poco uscito dal locale e si stava dirigendo verso la macchina quando si è accasciato al suolo. Gli amici hanno allertato subito il personale della discoteca che ha provveduto a chiamare il 118. I sanitari hanno tentato a lungo di rianimare il giovane senza riuscirci. Alle 4 della mattina sono stati costretti a costatarne il decesso. Il sostituto procuratore di turno, Laura D’Amelio, ha disposto l’autopsia; e sarà proprio l’esame autoptico, che è in corso all’ospedale Misericordia dove è stata trasportata la salma di Lorenzo Barbagli, a stabilire le cause del decesso. I medici legali dovranno valutare anche la presenza o meno di eventi traumatici o altre possibili cause esterne della morte, e confermare l’arresto cardiocircolatorio, così come ipotizzato in un primo momento. Quanto poi ai motivi per cui il cuore ha ceduto, saranno gli esami tossicologici a dover mettere la parola fine.

«Il primo pensiero va alla vittima cosi giovane e alla famiglia, colpita da un lutto tremendo.» Così il sindaco di Scarlino, Maurizio Bizzarri, ha commentato la morte del giovane turista di Arezzo in vacanza in Maremma. «Ad ora non ho elementi precisi per commentare l’accaduto, dalle prime ricostruzioni sembra che fosse uscito per fumare una sigaretta con amici e si sia sentito male. Credo che in questo momento – ha aggiunto il primo cittadino di Scarlino – sia opportuno stringersi nel cordoglio e nel silenzio rispettoso di fronte alla scomparsa di un ragazzino, che era venuto nella nostra zona a trascorrere le vacanze.»

Sulla vicenda sono in corso le indagini dei Carabinieri di Massa Marittima e Follonica guidati dal Capitano Umberto Centobuchi.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.