Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Grosseto: Bonifazi sulla “Giornata nazionale del sacrificio del lavoro Italiano nel mondo”

Più informazioni su

GROSSETO – L’8 agosto 1956, 262 minatori morirono nell’esplosione all’interno della miniera di Marcinelle in Belgio. 136 erano italiani e tra loro anche tre toscani. Da alcuni anni lo Stato Italiano ha quindi istituito in questa data la “Giornata Nazionale del Sacrificio del Lavoro Italiano nel mondo”, che oggi voglio ricordare. Un intervento che nasce anche dalla consapevolezza di quanto questa terra abbia perso in termini di vittime delle miniere, come a Ribolla poco più di due anni prima che in Belgio. Inoltre ricordare le tragedie di chi muore mentre lavora è sempre importante anche in tempi di crisi economica, come quella che stiamo vivendo. Questo perché, come ci dimostra anche la cronaca nazionale di questi giorni, diritto alla salute e diritto al lavoro appaiono sempre più intrecciati. Il compito delle diverse istituzioni è quello di evitare sempre che questi due diritti entrino in conflitto. Quello che non dobbiamo mai dimenticare però è che l’unico criterio al quale fare rigorosamente riferimento è sempre quello della legalità. Il rispetto delle leggi non può passare in secondo piano ma essere il presupposto di ogni decisione con l’obiettivo, che anche oggi ha autorevolemente chiarito il Presidente della Repubblica, di trovare lo: “stimolo alla incessante ricerca di condizioni di lavoro sicure e dignitose per tutti”.

Infine ricordare questo 8 agosto è importante anche per non perdere mai di vista il tema centrale dell’immigrazione. Gli italiani sono stati popolo di emigranti e hanno vissuto difficoltà e sofferenze che sono ormai alla base della nostra stessa identità. Anche questo deve essere il presupposto di qualunque considerazione rispetto alle dinamiche di una società complessa come quella in cui viviamo.

Il mio obiettivo è quindi quello di ribadire in questo caso, come anche quando si commemorano eventi storici di diverso tipo, che solo la memoria del passato è in grado di renderci sufficientemente lucidi nel vivere il presente e quindi nell’affrontare il futuro.

 

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.