Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ascom chiede regole precise per regolamentare le sagre

Più informazioni su

ORBETELLO – Limitare i giorni complessivi per le sagre, valorizzazione i prodotti tipici, e sanzionare chi viola le norme del diritto del lavoro. Sono le richieste di Ascom Confcommercio al comune di Orbetello in tema di sagre.

«Apprezziamo lo sforzo dell’Amministrazione Orbetellana di prevedere una regolamentazione precisa e incisiva del dilagante fenomeno delle sagre (specialmente) estive, – afferma Ascom – tuttavia non possiamo non ritenere che lo scopo iniziale di “spalmare” le date su mesi dell’anno diversi sia stato al momento dimenticato. Nei tavoli di concertazione dei mesi scorsi, Ascom ha ribadito la necessità stringente di mettere ordine in questo comparto che, lasciato a se stesso, diventerebbe, se già non lo è, un tentativo neppur troppo celato di costituire una vera e propria attività di ristorazione parallela a 360°.»

«In molteplici occasioni, – prosegue il comunicato – Ascom ha chiesto di intervenire sui seguenti parametri: limitazione dei giorni complessivi per questo genere di manifestazioni, inserimento nei menù di prodotti tipici, e quindi la valorizzazione di sagre autentiche, che possano realmente costituire il fiore all’occhiello di un territorio come il nostro, sanzioni per chi viola le norme in materia di diritto del lavoro, sicurezza sui luoghi di lavoro e HACCP»

«Da quello che vediamo, il primo requisito è stato disatteso: al momento siamo in presenza di 35 giorni di manifestazioni nel solo mese di agosto. I ristoratori – ricorda Ascom – si trovano a fronteggiare la crisi peggiore degli ultimi decenni e, proprio nel mese che dovrebbe assicurar loro un buon livello di presenze turistiche, devono fare i conti con 35 giornate occupate dalle sagre, tra Fonteblanda, Albinia e Orbetello.»

Se, come si dice, a settembre si procederà alla stesura definitiva del nuovo regolamento – puntualizza la nota della Confcommercio -, deve essere chiaro che per Ascom il punto fondamentale resta quello della limitazione dei giorni complessivi per ciascuna manifestazione. Il regolamento futuro dovrà puntare in questo caso a valorizzare le sagre autentiche, con la riduzione dei giorni (soprattutto in alta stagione) ed eliminare del tutto i tentativi di “ristorazione parallela” che sfuggono alle normative che, viceversa, sono rigidamente applicate – concludono – nei confronti degli imprenditori di questo settore.»

 

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.