Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sonorità argentine al Teatro delle Rocce con il tango dei fratelli Macana

Più informazioni su

GAVORRANO – Due fratelli tangueri, che si muovono in perfetta sintonia, come due gemelli. Sono Enrique e Guillermo De Fazio, Los hermanos Macana, che si sono esibiti sul palco del teatro delle Rocce di Gavorrano. Tra i più talentuosi ballerini di tango del panorama internazionale, prendono il loro nome dal dialetto di Buenos Aires. Abituati a coppie di ballerini uomo donna, Los hermanos Macana (nella foto di Monica Iacopini) rievocano le origini del tango come i “compadritos” (i guappi dell’epoca) che, per carenza di donne, erano costretti ad allenarsi e ballare tra di loro, desiderosi di primeggiare, mostrando le loro abilità e doti virili.

L’originalità del loro stile li consacra come una coppia unica capace di miscelare talento, divertimento, energia e grande rispetto per la magnifica arte del tango.

La loro interpretazione provocatoria trasmette leggerezza e scioltezza nei movimenti, il ballo è per loro così naturale, quanto per noi lo è respirare. Ad impreziosire lo spettacolo, uno straordinario corpo di ballo e le musiche dal vivo di una strepitosa orchestra della nuova generazione “tanguera” di Buenos Aires.Nati e cresciuti a Buenos Aires, i fratelli Macana cominciano la loro carriera di ballerini nel 1995, studiando con i più grandi maestri del Tango Argentino quali Juan Carlos Copes, Eduardo Aquimbau, Gabriel Angio y Natalia Games, Mingo Pugliese y Raul Bravo. Robert Duvall e Francis Ford Coppola li hanno scelti come icona “tanguera” nel film “Assassination Tango”(2001). Hanno condiviso la scena con Placido Domingo e sono stati invitati dal famoso ballerino Mikhail Baryshnikov a partecipare al grande Festival delle Arti in Sarasota USA.

(per ingrandire le foto cliccare sulle immagini)

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.