Costa Concordia: accertamenti sulla gita in barca di Schettino

Più informazioni su

GROSSETO – Accertamenti sono stati avviati dagli inquirenti di Grosseto sulla gita in barca di fine luglio del comandante della Costa Concordia Francesco Schettino, che al momento deve rispettare l’obbligo di dimora a Meta di Sorrento (Napoli). Secondo quanto emerge, si tratta di determinare dove si trovasse Schettino nella foto pubblicata sul giornale inglese Sun.

L’immagine lo ritrae insieme ad un conoscente mentre sono su un motoscafo in mare, ma non c’è certezza se l’imbarcazione fosse nelle acque di Meta oppure no. Quel giorno Schettino si recò in spiaggia, raggiunse un’area defilata dalla gente e salì a bordo del motoscafo. Qualcuno con una macchina fotografica lo immortalò e un’immagine finì sul Sun. Il comandante Schettino, rimasto da gennaio scorso agli arresti domiciliari (fino alla revoca concessa dal gip a luglio), ora può muoversi dentro il comune di Meta, ma senza autorizzazione non può superarne i confini.

Più informazioni su

Commenti