Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Gray Cat a Follonica: la musica incontra l’arte visiva. Con Bollani e De Hollanda l’atmosfera di New Orleans

FOLLONICA – La patria del jazz evocata attraverso dei punti luce che simboleggiano i lampioni delle strade di New Orleans. Così l’associazione culturale Artefice “legge” il concerto che si terrà venerdì 3 agosto, alle 21 e 30 a Follonica che rientra nella rassegna Grey Cat Fastival. Saliranno sul palco del cinema all’aperto de “Le Ferriere” due grandi protagonisti della musica internazionale, Stefano Bollani e Hamilton De Hollanda. Continua il lavoro dei quattro giovani follonichesi che insieme hanno dato vita alla Pmbquadro, associazione che ha l’intento di promuovere l’arte in ogni sua veste e che dall’anno passato collabora con l’importante festival toscano dedicato al jazz. Sarà l’occasione per collaborare con gli artisti di Artefice (Niccolò Barbagli, Matteo Benetazzo, Vanessa Cinelli, Marianna Rosi, Elisa Zadi) che per lo spettacolo di Bollani e De Hollanda hanno creato il progetto “Street Ligths”. “Lo scopo dell’intervento artistico – dicono dalla Pmbquadro – è di ricreare dei punti luce attraverso dei cubi luminosi di varie dimensioni, che possano ricordare in qualche modo i lampioni di New Orleans, patria del jazz, e i fasci di luce che  gli stessi lasciavano per le strade della città. Un percorso che lo spettatore vivrà in prima persona attraverso la rievocazioni di vere e proprie immagini luminose, racconti musicali visivi in un complesso evocativo rivolto verso le origini della musica jazz”.

“Questo spettacolo – commenta Cinzia Tacconi, assessore provinciale alla Cultura – è l’esempio del rapporto fecondo che si può instaurare tra musica di qualità e arte contemporanea. I linguaggi dell’arte che si incontrano e confermano ancora una volta il valore della scelta che abbiamo fatto come Provincia in questi anni, per caratterizzare il territorio provinciale sull’arte contemporanea.”

“Per questa iniziativa culturale legata al festival Grey Cat – dice il Sindaco Eleonora Baldi –  voglio esprimere apprezzamento e soddisfazione: la Pmbquadro che, ripetendo  il percorso iniziato lo scorso anno, offre  in questo progetto  uno stile innovativo di grande capacità comunicativa.  L’amministrazione ha chiesto alla Pmbquadro di lasciare alcune istallazioni  più a lungo  nella nostra città, studiando una location ad hoc:  si tratta di forme di arredo degne di una città di dimensione europea, realizzate da quattro  ragazzi follonichesi che dimostrano grande talento una professionalità artistica di alto valore”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.