Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

L’uomo planetario: Santa Fiora in Musica ricorda Padre Ernesto Balducci

Più informazioni su

SANTA FIORA – Nel ventennale della sua scomparsa, il Festival “Santa Fiora in Musica” dedica una grande serata alla memoria di Padre Ernesto Balducci (Santa Fiora, 1922 – Cesena, 1992). La compagnia Chille de la Balanza domani, giovedi 2 agosto, alle 21.15, porterà sul palco della Peschiera L’Uomo Planetario. Emozione nel segno di Padre Ernesto Balducci, spettacolo teatrale-lezione di e con Claudio Ascoli, liberamente riferito alle opere e alla vita del sacerdote e scrittore santafiorese.

Claudio Ascoli, nato in una famiglia di attori e teatranti napoletani da tre generazioni che, insieme ai Maggio, agli Scarpetta e ai De Filippo, hanno fatto la storia del teatro napoletano tra Ottocento e Novecento, fonda la compagnia Chille de la balanza nel 1973. Il nome è quello degli antichi venditori di frutta e ortaggi che andavano per le strade del Centro Antico, vendendo le loro mercanzie e raccogliendo storie e aneddoti, che poi narravano la sera nelle osterie davanti a un bicchiere di vino. Ascoli e la sua compagnia iniziano con il preciso progetto di recuperare le tradizioni napoletane, ma ben presto sono affascinati dalle avanguardie del XX secolo, sviluppando contemporaneamente una particolare attenzione per il teatro di strada.

A metà degli anni Ottanta si trasferiscono in Toscana, dove realizzano un singolare complesso con laboratorio, casa-residenza e soprattutto il Teatro d’Aria, una struttura innovativa, totalmente vuota e ridefinibile compiutamente a ogni evento. Il successivo arrivo a San Salvi nel 1998 rappresenta il momento di maggiore visibilità progettuale per Ascoli e i Chille. Negli spazi affascinanti ed inquietanti dell’ex-manicomio di Firenze è nato e vive il progetto denominato prima San Salvi la città negata, poi San Salvi la città ri-nata e ora San Salvi Città Aperta, che sta restituendo ai fiorentini un’ area di quasi 33 ettari nella zona di Campo di Marte. Teatro, ma anche danza contemporanea, musica, cinema, video, esposizioni, pittura, hanno reso San Salvi un autentico luogo culto della città di Firenze e dell’estate fiorentina.

In occasione del ventennale dalla scomparsa di Padre Balducci, i Chille de la balanza, da sempre impegnati in rigorose operazioni di teatro civile e di narrazione, hanno deciso di produrre uno spettacolo–conversazione sulla figura e le opere dello scrittore, teologo, profeta, annunciatore della Parola, militante della pace, educatore delle coscienze. Parole, immagini del tempo, interviste e riflessioni con la voce viva dello stesso Balducci, liberi collegamenti con i problemi dell’attualità e la proposta al dibattito di situazioni oggi evidenti, che padre Balducci già leggeva con profetica lucidità negli anni ottanta.

Tutto ciò sarà linfa vitale dello spettacolo, concepito come evento itinerante e di grande coinvolgimento dello spettatore. Uno spettacolo-lezione per svelare l’attualità di Balducci, la cui lezione è andata smarrendosi negli ultimi anni, ma che proprio in questo periodo di crisi economica e di valori può e deve essere riportata in primo piano.

Per maggiori informazioni sui concerti consultare il sito www.santafiorainmusica.com o rivolgersi ai seguenti indirizzi: ufficio_stampa_sfm@libero.it; santafiorainmusica@libero.it.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.